11/01/2014

Roma: tutti in piazza per la famiglia!

Numerosissime le adesioni alla manifestazione nazionale organizzata da “La Manif Pour Tous Italia” che si sta svolgendo oggi a Roma, in Piazza Santi Apostoli.

Decine e decine di associazioni, sigle, movimenti: si hanno notizie, come riportato negli scorsi giorni anche da noi di Prolife News, di gruppi provenienti da ogni parte d’Italia che si muovono alla volta della Capitale per manifestare in difesa della famiglia, istituzione posta sotto incessante assedio su tutti i fronti.

Tra gli aderenti alla manifestazione troviamo anche il Comitato della Famiglia, movimento che si sta facendo carico in questi mesi di tenere ferma la posizione e rispondere colpo su colpo a tutte le iniziative dell’amministrazione Marino smaccatamente contrarie ad una visione tradizionale del mondo.

Nel comunicato, il Comitato spiega le ragioni della propria scelta: “Negli ultimi mesi in Italia è in atto una criminalizzazione politica nei confronti di chi porta avanti battaglie non allineate con il pensiero ultraprogressista, ed in particolare rispetto a quanti si spendono a difesa della Famiglia. Secondo noi questa è una e non può esistere al di fuori del matrimonio tra uomo e donna con i relativi diritti/doveri. Come noi, gran parte del tessuto sociale italiano considera la Famiglia un’istituzione centrale ed insostituibile, è inaccettabile dunque che alcuni abbiamo la pretesa di negare attraverso uno strumento legislativo un sentire così tanto radicato nella società, che di certo non è foriero di alcun tipo di atteggiamento criminale, né discriminatorio.”

In piazza anche alcuni politici. Alcuni certamente per rinverdire la propria immagine, altri come conseguenza coerente di un percorso individuale.

Tra questi ultimi troviamo l’europarlamentare Sergio Berlato, già noto per le sue battaglie contro la pedofilia e per essersi fatto parte attiva per combattere la risoluzione Estrela: “Questa non è una battaglia di retroguardia” dichiara Berlato “come taluni progressisti vorrebbero far credere, ma una necessità vitale per il futuro del nostro popolo e dei suoi figli”. Si parla di difendere i valori che sono alla base della nostra tradizione culturale, “Valori” conclude l’eurodeputato “che rappresentano i fondamenti della nostra civiltà e che negli ultimi tempi sono fortemente minacciati da una deriva culturale minoritaria nel Paese ma che indubbiamente gode di appoggi rilevanti dal punto di vista mediatico”.

Redazione

 

Blu-Dental

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info