09/10/2019

Rischio prigione per la direttrice di CitizenGO di Regno Unito e Irlanda

La direttrice di CitizenGO per il Regno Unito e l'Irlanda, Caroline Farrow, rischia di finire in prigione per aver affermato la pura e semplice verità biologica su uomini e donne.

Lo scorso marzo Caroline è stata indagata delle forze di polizia locali per aver definito l'intervento di riassegnazione chirurgica del sesso su un ragazzo di sedici anni come "castrazione", "una forma di abuso di minori" e "mutilazione".

Susie Green, madre del ragazzo in questione e leader della lobby transgender Mermaids che l'aveva inizialmente accusata, ha poi deciso di abbandonare le accuse. Tuttavia, un altro attivista transgender, Stephanie Hayden, ha deciso di riprendere in mano la causa per assicurarsi che Caroline fosse punita.

Stephanie Hayden, nato come Anthony George Steven Halliday, ha precedenti penali che includono percosse con una mazza da golf, reati di falso e frode e violenze sessuali.

Questa persona ha iniziato a prendere di mira Caroline sui social media con una micidiale campagna di fango, attaccando la sua fede cristiana e rivolgendole minacce, presumibilmente sotto forma di uno scherzo, dicendole di voler andare a giocare a golf a casa sua...

Caroline, che è madre di 5 bambini piccoli, ne è rimasta scioccata, soprattutto perché anche la sua famiglia ha iniziato a ricevere una serie di minacce da attivisti che avevano scoperto dove vivevano e si erano impossessati dei loro numeri di telefono e dei loro indirizzi e-mail. E così si è difesa apertamente contro queste molestie sul suo account Twitter.

Stephanie Hayden è quindi arrivato a casa sua per denunciarla personalmente e pochi giorni dopo l'ha citata in Tribunale (quasi senza tempo per trovare avvocati e preparare una difesa) dove un giudice ha incredibilmente dichiarato che la sua definizione di Hayden come biologicamente uomo equivaleva a una molestia, vietandole di parlare di lui e di "disprezzarlo" in futuro.

Hayden ora sta facendo causa a Caroline per una somma che potrebbe arrivare a 100 mila sterline inglesi (circa 112 mila euro) e ora sta anche cercando di farla mettere in prigione per oltraggio alla Corte, perché - afferma - Caroline avrebbe violato il divieto del giudice con alcuni commenti generici, che non riguardavano lui, su un forum privato.

Caroline Farrow non è l'unica 'vittima' dell'abuso del sistema legale da parte di Stephanie Hayden. Attualmente questa persona sta perseguitando un'altra madre, Kate Scottow, arrestata con accuse sia penali che civili e due donne disabili, Helena Wojtczak e la dottoressa Louise Moody.

La Scottow è stata arrestata a casa di fronte ai suoi figli, uno dei quali autistico, messa in prigione per sette ore perché cercava prove su Stephanie Hayden e sul suo torbido passato, evidenze di pubblico dominio.

La piattaforma CitizenGO ha dunque lanciato una petizione per chiedere al Procuratore Generale Cox di intervenire nel caso di Caroline Farrow e delle altre donne che Hayden sta prendendo di mira. Le persone non dovrebbero essere sottoposte al terrificante calvario di essere portate in Tribunale o processate per non aver fatto altro che dire la verità.

 

Fonte: CitizenGO

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info