01/08/2019

Prevenire il suicidio, a settembre la sensibilizzazione corre in bici

In vista della Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, che si tiene ogni anno il 10 settembre, saranno moltissimi gli eventi culturali e di sensibilizzazione in ogni parte del mondo.

In particolare lo Iasp, l’International Association for Suicide Prevention, organizza come ogni anno una “pedalata globale” con l’evento Cycling Around the Globe. Da oggi 1 agosto, infatti, sono aperte le iscrizioni e chiunque può partecipare semplicemente pedalando. Per le strade del proprio paese, mentre si è in vacanza, partecipando a qualsiasi gara o anche semplicemente a casa o in palestra su di una cyclette. Dal 10 settembre, giorno dell’evento, fino al 10 ottobre chiunque può prendere una bici e contribuire alla sensibilizzazione, ad aumentare la consapevolezza dei rischi dei suicidi e, soprattutto, a prendere coscienza dei numeri drammatici di quanti si tolgono la vita.

La Giornata Mondiale per la prevenzione del suicidio è stata istituita dall’Onu per la prima volta nel 2003, quando si organizzò in particolare a Stoccolma. Un’iniziativa che in origine fu promossa dall’Associazione Internazionale per la Prevenzione del Suicidio e che fu riconosciuta dall’’Organizzazione Mondiale della Sanità. Ma già al 1999 risale la prima campagna lanciata dall’Oms proprio per la prevenzione del suicidio. Dall’istituzione della Giornata, ogni anno si vuole porre l’attenzione sulla drammatica situazione di quanti decidono di togliersi la vita. Numeri drammatici che parlando di oltre 80 mila persone che, ogni anno, si suicidano e circa 20 milioni che tentano di farlo.

Tra gli eventi italiani, sempre a settembre, il 17 e il 18, si terrà nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma la 18esima edizione del Convegno Internazionale di Suicidologia e Salute Pubblica. Un evento annuale che coinvolge la comunità scientifica internazionale con lo scopo proprio di approfondire le problematiche inerenti al rischio di suicidio, la salute mentale, la psicoterapia e la farmacoterapia in ambito psichiatrico.

Salvatore Tropea

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info