23/01/2015

Omosessualismo e gaystapo: dal Senato interesse per il caso Pillon

L’omosessualismo e la Gaystapo hanno denunciato l’avvocato Simone Pillon, reo di aver illustrato dei volantini pornografici distribuiti a ragazzi minorenni del liceo Alessi di Perugia. Il Preside nega che tali volantini siano stati distribuiti.

 Siamo lieti di pubblicare il comunicato stampa rilasciato dai senatori che hanno chiesto in una interpellanza un’ispezione ministeriale nel liceo suddetto.

SENATORI DI AREA POPOLARE E FORZA ITALIA CHIEDONO ISPEZIONE MINISTERIALE NEL LICEO DI PERUGIA

In una interpellanza presentata in data odierna i senatori Giovanardi, Rossi, Albertini, Formigoni, Gasparri, Malan, chiedono al ministro della Pubblica istruzione una ispezione al liceo scientifico Alessi di Perugia.

Nell’interpellanza i senatori ricordano che il 21 gennaio l’associazione Omphalos Arcigay di Perugia in un suo comunicato ammetteva che durante un assemblea di istituto presso il liceo Alessi di Perugia nel 2012, sul tema del “Bullismo omofobico”, venne messo a disposizione degli studenti materiale “appositamente realizzato in tre diverse tipologie che affrontano i rapporti fra “uomo e uomo”, fra “donna e donna ” e tra ” uomo e donna”. Nella stessa data il preside dell’Istituto prof. Alberto Stella in una circolare indirizzata a docenti, studenti e genitori scriveva che: “il liceo è stato oggetto di una odiosa macchina del fango avviata in un intervento diffuso anche via web dall’avv. Simone Pillon ” e aggiungeva nella stessa circolare che “né il dirigente, né i docenti, né gli studenti rappresentanti, né altri hanno rilevato la distribuzione dei volantini in questione”.

Gli interpellanti ritengono che a questo punto è indispensabile chiarire di chi è la responsabilità della diffusione nella scuola durante l’assemblea degli studenti di materiale crudamente pornografico.

GIOVANARDI, ROSSI, ALBERTINI, FORMIGONI, GASPARRI, MALAN.

Banner_la_croce

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info