06/05/2017

Nick Vujicic, in un video, per riscoprirci davvero umani

Nick Vujicic è un uomo eccezionale. Una persona straordinaria.

Chi crede, sente dalle sue stesse parole che la sua gioia e la sua forza nella vita è dovuta all’aver risposto ad una chiamata da parte di Chi “scrive dritto anche sulle nostre righe storte”, all’aver abbracciato la Croce come un dono d’amore.

Chi non crede è costretto a dire che Nick Vujicic è un uomo fortunato. Sì, fortunato: senza braccia e senza gambe, perché è molto più felice e realizzato di tanti, tantissimi normodotati .

Guardate questo breve filmato. Sappiate che oggi ha due figli, a Kiyoshi James, nato nel 2013, si è aggiunto Dejan Levi, nato nel 2015.

Poi pensate a quelli che pontificano a proposito di “vite non degne di essere vissute”.

Se tante – troppe – persone handicappate vengono uccise prima di nascere oppure se conducono vite indecorose, ai margini della società, non è per colpa della “sorte avversa”, ma è colpa della “cultura dello scarto”, dell’edonismo, del materialismo che ci hanno resi disumani, incapaci di intessere relazioni, incapaci di comprendere il senso – profondamente umano e laico – dei dovere di solidarietà sociale che è sancito persino nei principi fondamentali della nostra Costituzione.

La testimonianza di persone come Vujicic serva a risvegliarci dal torpore, serva a riscoprire i valori, a  rimettere nel giusto ordine di importanza le nostre priorità.

E quando tutti avremmo riscoperto l’umanità vera che si cela dietro gli abiti firmati o gli iPhone e il fitness, probabilmente non ci saranno più persone anziane o malate o handicappate indotte a chiedere  l’eutanasia, né ci saranno più vite “non degne d’essere vissute”.

Redazione

 


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

#chiudeteUNAR


I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info