14/06/2019

Metodi naturali, dagli USA buone notizie

Fino a poco tempo fa, i Centers for Disease Control (Cdc) degli Usa (Agenzie che valutano i disagi e le malattie negli Usa) riferivano che il tasso di insuccessi dei metodi basati sulla consapevolezza della fertilità nell’evitare la gravidanza era del 24%, il che scoraggiava la maggior parte delle coppie dal loro utilizzo e impediva ai medici di raccomandarli. All’inizio di quest’anno 2019, la valutazione delle Agenzie sui Metodi Naturali sono cambiate, la possibilità di fallire sono stabilite “;dal 2% al 23%” (in realtà, sappiamo che, correttamente usati, non superano il 2%).

Cosa significa per donne e coppie e per coloro che parlano di questi metodi? Cosa dovremmo fare per continuare a garantire che questi metodi continuino a essere riconosciuti e non farci opprimere solo da pubblicità e metodi contraccettivi artificiali (condom, pillole varie ect.)? In precedenza la valutazione sul tasso di fallimento dei metodi naturali era fondata su uno studio del 2011 che a sua volta sintetizzava le valutazioni fatte e i sondaggi dal 1995 al 2002. Nel 2018 invece è stato fatto un nuovo studio che ora fonda la nuova analisi del Cdc.

Questo nuovo studio ha esaminato 53 studi precedenti che hanno misurato i tassi di gravidanza delle donne che utilizzavano i metodi naturali e valutato gli studi sulla base di una serie di standard di qualità. In effetti, non era ingiusto solo per i metodi naturali, ma anche per le donne e le coppie dare l’impressione che questi metodi fossero generalmente inefficaci nell’evitare la gravidanza, senza dare uno sguardo più da vicino a ciascuno di essi.

I moderni metodi, basati sull’osservazione quotidiana dei ‘biomarker delle donne’, non hanno effetti collaterali, aiutano le donne a conoscere meglio e comprendere meglio la propria fertilità e promuovono relazioni e comunicazioni più strette con il proprio marito. Il cambiamento può sembrare sottile, ma non lo è. Ma vale ricordare che il Cdc è l’unica autorità e la più influente su tutti gli aspetti della salute negli Stati Uniti, e dunque questa nuova valutazione avrà un grande impatto nella vita degli americani. Cosa dobbiamo fare di questa novità? Per prima cosa, vogliamo celebrare questo cambiamento. È un grande passo avanti verso il progresso e la disponibilità di metodi naturali basati sulla consapevolezza della fertilità per le donne. Vogliamo anche assicurarci che il cambiamento sia notato e compreso, perciò ne scriviamo e invitiamo i lettori a diffondere questa buona notizia: i metodi naturali sono molto efficaci, rispettano la natura, il creato e le convinzioni religiose cattoliche*. Non vale la pena rassegnarsi alla mentalità comune, fede e natura si confermano le vere novità.

Luca Volontè

Fonte: CDC

*Pro Vita & Famiglia ricorda che i metodi naturali usati come contraccettivi sono condannati dalla Chiesa allo stesso modo dei metodi artificiali. Il Magistero ha chiarito che solo in presenza di gravissimi motivi, estranei a un’ottica di “;pianificazione familiare”, è lecito il ricorso ai periodi infecondi.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info