04/05/2019

Maschere a gas per l’eutanasia in Oregon

Diventar vecchi, in un mondo sempre più anziano, è rischioso nello Stato dell’Oregon (Usa). Il mondo si inquieta e ancor giustamente rattrista a ogni memoriale dello sterminio scientifico degli ebrei compiuto con le camere a gas, durante il regime nazista. In Oregon, la nuova legge approvata il 22 aprile non fa altro che allargare le maglie dell’eutanasia, soprattutto per malati anziani, e introdurre la pratica della ‘maschera a gas’.

Tutto tace e solo i ‘medievali’ cristiani hanno il coraggio di lamentare lo scivolamento verso l’abisso che la pratica dell’eutanasia sta percorrendo. Con la Legge 2217, approvata dal Congresso dello Stato, si espande l’elenco dei mezzi con i quali uccidere per eutanasia: oltre a pillole e iniezioni, si contempla la ‘maschera a gas’. Pillole e iniezioni si possono già prendere ‘volontariamente’, per le maschere a gas si sta già pensando come fare, nessuno esclude che tra poco entrino in commercio mascherine con gas letale incorporato… I rappresentanti del partito repubblicano e molti medici hanno cercato sino all’ultimo di aprire una breccia nella maggioranza democratica, inviando lettere e appelli affinché si fermassero in tempo. Nulla da fare, le maschere a gas sono nello Stato dell’Oregon un lecito modo di morire e di far morire, non importa se aggiungano alla follia della eutanasia il demonio nazista.

È pensabile che gli altri Stati che l’hanno legalizzata emulino presto la decisione dell’Oregon e così anche gli anziani e malati di Washington D.C., California, Colorado, Vermont, New Jersey, Hawai, Washington e Montana si vedano ‘aiutati’ a morire grazie alle maschere a gas. Tutto ciò non è nuovo, anzi appare sempre più un ‘deja vu’ del secolo scorso quando, apertosi il dibattito sulla eugenetica ed eutanasia per gli ‘inadatti e i malati’, proprio il gas e le maschere vennero usati nella Prima Guerra Mondiale. Pensavamo che tutto fosse finito, che la memoria del centenario della Tragica I Guerra Mondiale avesse spazzato via il male. Non è così, il peggio potrà ancora venire. L’uso del gas mortifero portò allora alla evoluzione di maschere anti gas protettive, oggi invece si inventano maschere mortifere a gas. C’è molto da imparare dal passato, sempre che non si voglia ‘terminare’ anche esso.

Luca Volontè

Fonte: LifeNews

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info