26/11/2014

MANDA UNA MAIL! Paghiamo il canone RAI non per subire questo!

Avete visto il programma “Questioni di famiglia” andato in onda sulla RAI venerdì scorso?
Se non avete avuto -fortunatamente per voi- modo di incappare facendo zapping in questo spettacolo, leggete pure il commento che ne ha fatto Assuntina Morresi : le famiglie presentate erano tutte più o meno disastrate. L’unica famiglia bella, felice e contenta? Quella gay. E il programma glissava – ovviamente – sull’utero affittato dai due uomini per comprare i 3 bambini di cui andavano tanto orgogliosi: violando la legge e la dignità della madre e dei bambini stessi.

Resta il fatto che noi tutti paghiamo il canone RAI e certamente non per subire l’ennesima lezione di ideologia omosessualista a domicilio, né per farci insegnare che i bambini non hanno bisogno di un padre e una madre: PERCHE’ NON E’ VERO!

Per questo invitiamo tutti ad inviare un semplice messaggio e-mail ai produttori per far presente il nostro disappunto.

Scrivi a: [email protected]

Messaggio tipo: La RAI dovrebbe dare un servizio pubblico non fare propaganda ideologica contro natura, vergognatevi!

Redazione

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info