22/06/2022 di Ufficio Stampa Pro Vita & Famiglia

Liguria. Pro Vita & Famiglia: «Proposta abbonamenti trasporti per transgender inutile. Esiste già normativa»

Genova, 22 giugno 2022

«La proposta presentata dal consigliere regionale del Pd Luca Garibaldi, per l’erogazione di abbonamenti del trasporto pubblico con il nome d’elezione delle persone transgender è inutile e si contraddice da sola, chiamando in ballo “il rispetto della normativa vigente”. Esiste già, infatti, una legge che assicura a chi completa il percorso di transizione di genere la modifica dei documenti anagrafici, e di conseguenza i nominativi per eventuali abbonamenti ai trasporti. Se davvero il Consiglio si impegnerà a valutare tale proposta nel rispetto della legge dovrà dunque bocciarla, poiché il testo di Garibaldi parla ideologicamente e in modo anti-scientifico di transgender quali “persone per le quali l’identità di genere, ossia l'identificazione percepita di sé in relazione al genere, non corrisponde al sesso biologico”. Ricordiamo che una legge inutile e piena di fake news, come il ddl Zan, è stata bocciata proprio per questi contenuti ideologici e anti-scientifici. E’ inaccettabile cambiare documenti solo in base ad una percezione», così Jacopo Coghe, portavoce di Pro Vita & Famiglia Onlus.

 

 

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info