31/05/2014

La Manif Pour Tous: successo al convegno a Firenze sull’ideologia gender

Una sala gremita di persone curiose di capire e approfondire un tema caldo – che è nell’aria – quello del gender: è successo giovedì 29 maggio, presso l’auditorium del Consiglio della Regione Toscana. La Manif Pour Tous ringrazia coloro che hanno reso possibile questo evento, a partire dai gruppi consiliari che hanno cortesemente concesso la sala.

Vogliamo anche esprimere la nostra soddisfazione per la riuscita dell’evento, molto partecipato, nonostante le polemiche e i tentativi di censura di cui siamo stati fatti oggetto. “Perché qui ormai si può fare di tutto, tranne che parlare di un uomo e di una donna”, ha commentato Mario Adinolfi, tra i relatori del convegno e autore del discusso libro Voglio la mamma. E di questo invece, alla fine, siamo riusciti a parlare: degli uomini e delle donne, della famiglia, del diritto dei bambini ad avere padre e madre.

Massimo Gandolfini, neuropsichiatra, con sapiente chiarezza ha demolito dal punto di vista scientifico la teoria gender, l’ideologia per cui la differenza maschile-femminile non è importante, ma conta solo la percezione di sé e il desiderio individuale: non più due sessi, ma infiniti generi. A seguire Laura Boccenti, dirigente scolastico, ha presentato un’efficiente panoramica del contesto normativo che rischia di fare del gender materia obbligatoria nei percorsi d’istruzione, minando di fatto il principio della libertà di educazione. E poi il giurista Alfredo Mantovano, che, con la competenza e l’ironia che lo distinguono, ha presentato quello che lui ha chiamato il “Nuovo Cinema ‘68”, dove in ogni sala si proietta un film contro la famiglia: e allora ecco il divorzio sprint, l’omofobia, della quale è accusato chiunque non si pieghi al pensiero unico del “love is love”, abbiamo la fecondazione eterologa e gli uteri in affitto. Ha chiuso le danze Adinolfi, che con la consueta verve, ha portato i suoi argomenti da uomo di sinistra contro i falsi miti del progresso: non vuole l’aborto, l’eutanasia, i matrimoni omosessuali, le cosiddette gestazioni di sostegno. Come nel titolo del suo libro, vuole la mamma, Adinolfi, e la vogliamo anche noi de La Manif Pour Tous. Altro che genitore 1 e 2.

Nel ringraziare coloro che ci hanno ascoltati, vogliamo invece ricordare a chi ci ha contestato – non con argomentazioni serie che saremmo lieti di sentire, ma a suon di luoghi comuni e con accuse che non meritano risposta tanto sono false – che siamo una parte della società civile, se ne facciano una ragione, non abbassiamo la testa e continueremo a parlare.

La Manif Pour Tous

Comunicato stampa

 

Blu-Dental

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info