18/08/2017

La Buona Notizia #747: Ariana è a casa con mamma e papà

I Lettori assidui de La Buona Notizia sanno che spesso si parla di bambini che sopravvivono in situazioni particolari, spesso in caso di nascita prematura.

Oggi è la volta di Ariana Sophia Cruz-Gutierrez , nata di 24 settimane, che è la più piccola prematura mai sopravvissuta all’Anne Arundel Medical Center di Annapolis, nel Maryland.

Alla nascita pesava neanche 3 etti e mezzo. E poco dopo è calata a 220 grammi. Non respirava. Ma i genitori hanno chiesto di aiutarla e – a differenza del caso di Charlie – i medici l’hanno fatto.

Claudia Cruz e Oscar Gutierrez erano stati avvertiti  che la loro bambina aveva poche chance di sopravvivere e quindi i medici hanno chiesto loro se volevano che fosse rianimata. Infatti, ormai, in moltissimi ospedali  molti, purtroppo, chiedono di non essere rianimati (DNR – Do Not Resuscitate). In questo caso, trattandosi di un bambino, i medici hanno chiesto ai genitori.

«Ci siamo sentiti morire noi, ... ma con l’aiuto e la benedizione di Dio e l’incredibile lavoro del personale dell’ospedale qui, tutto è andato bene», hanno commentato sollevati i genitori di Ariana Sophia. Ora finalmente, dopo cinque mesi d’ospedale, hanno potuto portare la loro piccola a casa.

A lunedì, con un’altra Buona Notizia!

Redazione 

Fonte: LifeSite


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza... la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info