08/12/2015

Gender, sessualità, educazione: un testo per approfondire

E’ di recente pubblicazione un testo che tratta di gender, sessualità ed educazione.

Rivolto principalmente ad insegnanti ed educatori, ma non solo, il volume s’intitola “Temi scelti di bioetica” (Edizioni Scientifiche Italiane) ed è curato da Giorgia Brambilla, Professore aggregato della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (UPRA) e Professore Invitato presso la Pontificia Università Lateranense (PUL).

Pensare una bioeticasi legge nella descrizione del volumeper non addetti ai lavori non è compito facile. Il testo ardisce a diventare un vademecum per insegnanti ed educatori, attraverso una collana di temi scelti di bioetica: scelti, appunto, in base a un criterio prima di tutto di urgenza e attualità. Infatti, il campo entro cui si svolge l’azione educativa è quella del reale, una realtà che richiede di essere conosciuta e ancor prima riconosciuta. L’educatore ha bisogno di una visione antropologica, una visione capace di guardare l’uomo nell’interezza della sua verità: non è in fondo questo il ‘rischio educativo’? La formazione bioetica per realizzare una svolta nella cultura della vita è infatti formazione della coscienza morale circa il valore incommensurabile e inviolabile di ogni vita umana. Da questo dipende un’opera educativa che aiuti l’uomo a essere ‘più’ uomo. Per questo, il testo fornisce al lettore contenuti scientifici e critici, anche grazie al contributo di autori di alto livello, per rendere ancora più nitida la bellezza del bene e del vero“.

gender_attacco_famigliaI principali aspetti che il volume in questione va ad approfondire sono i grandi temi caldi del nostro tempo: il gender, la famiglia, l’omosessualità e l’educazione all’affettività e alla sessualità.

E tutto questo viene fatto secondo una modalità accessibile a tutti, ma nel contempo molto approfonditaarricchita anche dalla multidisciplinarità con cui vengono affrontati i diversi temi in oggetto, in merito ai quali possono prendere la parola contemporaneamente un medico, uno psicologo, un giurista, un filosofo o un teologo.

Redazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info