07/12/2021 di Ufficio Stampa Pro Vita & Famiglia

Gender. PV&F: «Per l'Unione Europea di Natale e Vergine Maria si può parlare solo per offendere. Inaccettabile blasfemia dell’ambasciatore Lgbt dell’UE»

COMUNICATO STAMPA

Gender

Pro Vita & Famiglia: «Per l'Unione Europea di Natale e Vergine Maria si può parlare solo per offendere. Inaccettabile blasfemia dell’ambasciatore Lgbt dell’UE»

 

Roma, 7 dicembre 2021

«Parlare di Natale e della Madonna? Sì, solo per denigrare, offendere e irridere. È questa l’ipocrisia dell’Unione Europea che permette tutto questo tramite l’Ambasciatore Lgbt al Parlamento europeo Riccardo Simonetti, che si è travestito da Vergine Maria “Queer”, affermando che “siccome ignoriamo se Gesù fosse bianco, potremmo anche credere che la Madonna avesse la barba”. L’attivista si scusi e si dimetta dal ruolo di Ambasciatore!» è il commento di Antonio Brandi, presidente di Pro Vita & Famiglia 

«Non è accettabile, al di là del singolo evento, che esista un ruolo così settoriale e discriminatorio, che fa diventare alcuni cittadini “più uguali” di altri. Chiediamo delle scuse pubbliche, le dimissioni dell’Ambasciatore è infine che venga eliminata questa figura. Per questo abbiamo lanciato una petizione, indirizzata al presidente Sassoli, affinché venga ripristinato il rispetto per tutti i cittadini europei, senza discriminazioni nei confronti di religioni, famiglie e bambini», ha concluso Jacopo Coghe vice presidente della Onlus. 

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info