24/07/2014

Gay ed assunzioni: arriva l’obbligo negli USA?

Come Notizie ProVita stiamo seguendo con particolare interesse, e abbiamo preso posizione in prima persona, il dibattito in atto sulla vicenda della docente di Trento a cui non è stato rinnovato il contratto e, come reazione, ha deciso di giocarsi l’alibi più in voga del momento: la carta dell’omofobia.

L’Istituto scolastico, dal canto suo, ha risposto affermando che il contratto era giunto al suo termine naturale e che –comunque- si stava parlando di una scuola cattolica all’interno della quale il valore della famiglia tradizionale fa parte del palese percorso educativo/pedagogico su cui vige anche un impegno sottoscritto con i genitori.

Ora, dopo aver sentito le urla dei movimenti LGBT e di sinistra, si aspetta l’intervento definitivo del Ministro e delle altre Istituzioni competenti.

Se si guarda dall’altra parte dell’oceano, negli Stati Uniti, le Autorità sono molto più chiare nel promuovere una cultura smaccatamente gay friendly.

Avevamo già parlato dell’impegno di John Kerry in materia diplomatica: “Sto lavorando duramente per garantire che entro la fine del mio mandato, avremo lesbiche, bisessuali e transgender ambasciatori” ma ora arriva la ciliegina sulla torta: pare, come riportato anche da Corrispondenza Romana, che il Presidente Obama stia lavorando ad una legge in forza della quale non sarà possibile sottoscrivere contratti federali con le aziende od enti che si rifiutano di assumere persone dichiaratamente gay.

Contro questo ennesimo attacco alla libertà morale ed individuale dei cittadini potrebbe giungere in soccorso, come già nel caso dell’obbligo per i datori di lavoro previsto dall’Obamacare di finanziare l’erogazione di servizi quali contraccezione ed aborto, la Corte Suprema che –proprio nella sentenza relativa alla ditta Hobby Lobby– ha sancito il diritto di un datore di lavoro di non essere obbligato a comportamenti che ritiene non conformi al proprio impianto etico.

Redazione

 

Blu Dental

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info