13/01/2022

FLASH – Turchia, neonato dichiarato morto inizia a piangere mentre veniva portato al cimitero

Dalla Turchia è arrivata una notizia che ha dell’incredibile. In breve dei medici avevano detto ai genitori che il loro bambino era nato morto, ma poi il bambino, chiuso con la cerniera in un sacco per cadaveri e sulla strada verso il cimitero per essere sepolto, ha iniziato a piangere.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, Melek Sert, 32 anni, ha partorito circa al quinto mese di gravidanza il 2 gennaio scorso. Sert ha iniziato a sanguinare e provare dolore il 27 dicembre ed è andata in ospedale, solo per essere dimessa tre giorni dopo. Il giorno successivo, tuttavia, si sentiva ancora male ed è tornata al Seyhan State Hospital, dove ha partorito dopo tre giorni.

I medici hanno detto alla coppia che il bambino era nato morto, anche se Sert era scettica: "Quando hanno preso il mio bambino, ho sentito che il mio bambino era vivo e ho chiesto a mio marito, il mio bambino è vivo? poi gli ho detto di andare a chiedere all'infermiera, la quale ha risposto: ‘Non è vivo, è morto.'"

I Sert ricevettero un certificato di morte e una minuscola fossa venne scavata in un cimitero locale. Nel frattempo diedero al marito di Sert, Hasan, un sacco per cadaveri in cui seppellirlo. Ma quando Hasan è andato a seppellirlo, è accaduto un miracolo: il loro bambino ha iniziato a piangere.

Hasan tornò di corsa in ospedale, dove il bambino sta attualmente lottando per la sua vita. Hasan ha detto al Daily Mail che loro figlio ha bisogno di donazioni di sangue da persone con un gruppo sanguigno O Rh-negativo. "Il mio bambino sta combattendo per la sua vita", ha detto Hasan. "Dato che non gli abbiamo ancora dato un nome, i donatori possono donare il sangue per il bambino Sert". Noi ci auguriamo davvero che questo bimbo miracoloso possa farcela.

Fonte: Live Action

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info