12/01/2022

FLASH – “Le donne trans sono donne”: la frase che mostra se si è leali o meno all’ideologia LGBT

Una vera prova di lealtà deve basarsi su un'invenzione, su una pura finzione. Se un problema non è stato inventato, o distorto in modo irriconoscibile, non permette di ottenere una prova di lealtà affidabile.

Esiste un'antica espressione cinese per esprimere questo concetto: "chiamare cavallo un cervo". Si tratta di una frase che richiama una famosa prova di lealtà che duemila anni fa ha permesso l'ascesa di un Cancelliere Imperiale che si chiamava Zhao Gao:

Zhao Gao stava contemplando il tradimento ma temeva che gli altri funzionari non avrebbero ascoltato i suoi comandi, quindi decise di metterli alla prova prima. Portò un cervo e lo presentò all’imperatore, ma lo chiamò cavallo. L’imperatore rise e disse: "Il cancelliere si sbaglia forse quando chiama cavallo un cervo?" Quindi l'imperatore interrogò coloro che lo circondavano. Alcuni rimasero in silenzio, mentre alcuni, sperando di ingraziarsi Zhao Gao, dissero che era un cavallo, mentre gli altri dissero che era un cervo. Zhao Gao fece segretamente in modo che tutti coloro che dicevano che si trattava di un cervo fossero portati davanti alla legge e poi li fece giustiziare all'istante. Da allora in poi i funzionari furono tutti terrorizzati da Zhao Gao, che ottenne un grande potere militare in conseguenza di ciò.

Questa storia dimostra che la lealtà è una funzione della disparità. Maggiore è la disparità tra ciò che è effettivamente e ciò che qualcuno attesta, maggiore è la lealtà dimostrata da chi sostiene l’attestazione.

Proponendo e imponendo una frase come "le donne trans sono donne" le lobby transgender possono capire diverse cose sulle persone che la ripetono e su quelle che non lo fanno.

"Le donne trans sono donne" è il test di lealtà perfetto perché è una conclusione non basata sull'osservazione o sull'indagine o su un qualsivoglia processo di pensiero. Uno deve per forza prendere un'altra strada per arrivare a una conclusione così assurda.

Questo rende "le donne trans" uno strumento utile per separare le persone che ancora insistono nell'usare i loro occhi per vedere da quelle che invece lasceranno che gli altri gli dicano quello che vedono. "Le donne trans sono donne" espone sia i dissenzienti sia coloro che sono disposti ad accettare l’assurdità, qualunque siano le loro ragioni per farlo.

Fonte: The Glinner Update

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info