23/07/2021

FLASH - J.K. Rowling afferma di aver ricevuto minacce di morte da "centinaia" di attivisti trans

J.K. Rowling, la nota scrittrice dei libri di Harry Potter, è sotto attacco da parte degli attivisti trans dal 2019, quando aveva osato esprimere il suo sostegno per una donna che era stata licenziata soltanto per aver affermato che il sesso biologico è reale. In questi giorni l’autrice ha rivelato di aver ricevuto anche minacce di morte.

Lunedì scorso, la Rowling ha ritwittato una minaccia da un account Twitter ora cancellato che diceva: "Ti auguro una bella bomba nella cassetta della posta".

"Per essere onesti, quando non puoi far licenziare, arrestare o far abbandonare una donna dal suo editore e quando cancellarla ha solo fatto aumentare le vendite dei suoi libri, allora c'è davvero solo una cosa da fare".

Quando un utente ha chiesto se la minaccia fosse, in parte, causata dai commenti che lei aveva fatto sulla comunità trans, la Rowling ha confermato rispondendo "sì", e poi ha aggiunto che "centinaia di attivisti trans hanno minacciato di picchiarmi, stuprarmi, assassinarmi e farmi saltare in aria".

Insomma quelli che parlano sempre di tolleranza poi sono spesso i primi ad avere atteggiamenti discriminatori e violenti nei confronti di chi osa semplicemente esprimere un’opinione diversa.


Fonte: Feminist Legal Clinic

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info