29/11/2019

FLASH - Gender in Toscana, senza contraddittorio e all'insaputa dei genitori

Nuovo caso gender in Toscana. «Le famiglie si erano rivolte a Francesca Paola Bini, la dirigente del liceo classico Carducci di Viareggio, dopo essere venute a conoscenza del recente invito, recapitato ai propri figli, a partecipare ad un evento suddiviso in due giornate in cui si affrontava il tema della “violenza di genere 1052”, citando il numero del disegno di legge Scalfarotto sul contrasto all' omofobia e alla transfobia. In entrambe le giornate, gli incontri, non prevedevano contraddittorio». Bene il rispetto della dignità altrui, ma ciò non comporti una rieducazione ideologica in chiave gender.

Fonte: Il Giornale

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info