14/07/2020

FLASH - Ddl Omofobia, a rischio i prof di religione

Dire che secondo la religione cattolica gli atti omosessuali costituiscono peccato, non è una mancanza di rispetto verso le persone, né un giudizio sulle persone, ma, piuttosto, su determinati atti. Dire che nella Genesi si racconta che Dio abbia creato solo esseri umani maschi e femmine è semplicemente fare richiamo a un testo sacro, non è mancanza di rispetto verso chi la pensa diversamente.

Conoscere le religioni è una componente importante della cultura e queste meritano di non essere censurate negli aspetti in cui si discostano dal pensiero degli attivisti Lgbt. «Se passasse il Ddl Zan e un insegnante di religione parlasse a scuola della famiglia naturale come la sola riconosciuta dalla Chiesa, potrebbe essere accusato di "omotransfobia" rischiando pene severe: in questo modo, nonostante il Concordato, si riuscirà a mettere alla porta la fede che ha plasmato l'Italia e a cui tanti genitori desiderano educare i propri figli».

Così, i possibili risvolti negativi dell'approvazione di una simile legge per i professori si vanno a sommare ai tanti altri di cui la nostra associazione ha più volte parlato.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info