08/06/2021

FLASH – Biden si riferisce alle madri come "persone che partoriscono" in un documento ufficiale

Il politically correct sta raggiungendo vette sempre più ridicole, ma purtroppo buona parte dell’establishment politico occidentale sembra intenzionata a sponsorizzare ulteriormente l’utilizzo di determinate espressioni. Infatti il presidente Joe Biden ha pienamente abbracciato la terminologia favorita dagli attivisti di sinistra radicale nella sua proposta di budget 2022, riferendosi alle madri come "persone che partoriscono".

Il testo del budget record di $ 6 trilioni di Biden, presentato il mese scorso, include una sezione che evidenzia più di $ 200 milioni in spese sanitarie volte a ridurre "l'alto tasso di mortalità materna e le disparità razziali tra le persone che partoriscono".

Il termine "birthing people" è stato imposto al pubblico il mese scorso, quando il rappresentante Cori Bush (D., Mo.) lo ha usato durante un discorso alla Camera. Gli attivisti di sinistra hanno difeso l'uso del termine da parte di Bush, che è stato accolto con diffuse critiche sui social media.

"Quando parliamo di far nascere le persone, siamo inclusivi. È così semplice", ha twittato NARAL Pro-Choice America dal suo account ufficiale. "Usiamo un linguaggio neutrale rispetto al genere quando parliamo di gravidanza, perché non sono solo le donne cisgender che possono rimanere incinte e partorire. La libertà riproduttiva è per *ogni* corpo".

Gli stessi attivisti hanno attaccato i critici di Bush per aver suggerito che "persone che partoriscono" fosse un modo ridicolo per descrivere le madri. Snopes.com, il sito web di controllo dei fatti di sinistra, ha pubblicato una forte confutazione a una manciata di affermazioni scherzose sui democratici che vogliono cambiare la "festa della mamma" in "festa delle persone che partoriscono".

Il bilancio presentato da Biden è il primo documento politico a livello federale che utilizza questo termine.

Fonte: The Washington Free Beacon

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info