01/11/2021

FLASH - Abusi sessuali dei funzionari Oms in Congo

La fiducia tra medico e paziente è un pilastro etico nella medicina.  Un editoriale su The Lancet  perciò è stigmatizza fortemente gli abusi sessuali da parte del personale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che lavora nella Repubblica Democratica del Congo  durante l'epidemia di Ebola tra l'agosto 2018 e il giugno 2020, denunciati nel settembre scorso: sono gravi gli abusi sessuali in sé, ancor più gravi se i colpevoli sono professionisti della salute che dovrebbero riscuotere platealmente la fiducia di tutti i consociati. 

In seguito a questa situazione la gente ha cominciato a rifiutare vaccinazioni e cure e si sono registrati atti di aggressione e di violenza nei confronti del personale dell'Oms

(Meno male che l'OMS non ha ricevuto il Premio Nobel per la pace  - si diceva che fosse uno dei principali contendenti.)

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info