16/06/2016

Famiglia, amore, genitori, Nuovo Mondo e società

Basta l’amore per fare una famiglia?

E che cosa è l’amore? Quale è l’amore che serve a fare la famiglia?

Sappiamo bene che la parola “amore” oggi è molto inflazionata. Si “ama” lo sport, il divo del cinema, lo scrittore, il gatto, il figlio e il “partener” allo stesso modo, sembra.

E la famiglia che cosa è? Che differenza c’è tra una famiglia e una qualsiasi comunità? e tra una comunità e una convivenza? E’ necessario riflettere su queste domande prima di dare risposte avventate. E’ necessario perché se “tutto” è amore, allora l’amore non è più niente. Se “tutto” è famiglia , allora la famiglia vera non è più niente. A che titolo, infatti, la società dovrebbe proteggere e incentivare l’uomo e la donna che liberamnete decidono di unirsi tutta la vita per procreare e istruire ed educare i figli che arriveranno?

La grave crisi demografica che in Italia si continua – nei fatti – a voler ignorare, continuando a promuovere contraccezione, aborto, omosessualità e ora anche la droga porterà all’estinzione dei popoli.

Ci sarà una ottima occasione per ragionare su questi temi a Roma, il prossimo 22 giugno, alle 18,30. All’Hotel Columbus, in via della Conciliazione.

Generazione Famiglia – La Manif Pour Tous Italia – ha organizzato un convegno con due ospiti di eccezione: il prof. Gotti Tedeschi, illustre economista, che sa spiegare in modo rigoroso ma comprensibile anche ai non addetti ai lavori che la crisi economica si può risolvere solo se si risolve la crisi demografica.

Sarà poi presente il prof Regnerus, sociologo di fama internazionale, che ha condotto delle ricerche rigorose sulla famiglia le quali hanno concluso che i bambini hanno bisogno di mamma e papà. Questo gli ha attirato gli strali delle lobby LGBT ed è stato massacrato mediaticamente e non solo in modo esecrabile.

Parteciperà anche il prof. Massimo Gandolfini, che oltre ad essere il presidente del Comitato Difendiamo i Nostri Figli è neurochirurgo e neuropsichiatra di chiara fama.

Filippo Savarese, portavoce di Generazione Famiglia, modererà gli interventi.

Redazione 

 


DONA IL TUO IL 5×1000 A PROVITA! Compila il modulo 730, il CUD oppure il Modello Unico e nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale e delle associazioni di promozione sociale” indica il codice fiscale di ProVita94040860226. GRAZIE!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info