01/10/2014

Confermata l’apertura omosessualista del mondo scout

A metà agosto ProVita aveva sollevato un caso che, nel giro di pochissimi giorni, aveva assunto dimensioni nazionali: quello dell’apertura alle teorie omosessualiste da parte del mondo degli scout dell’AGESCI.

Il dibattito si è incendiato immediatamente: innumerevoli siti web hanno affrontato l’argomento e la nostra redazione è stata letteralmente sommersa di commenti ed email. Anche il Fatto Quotidiano ha trattato la questione -ovviamente criticando la posizione di ProVita nei confronti di questo cambiamento di rotta del mondo scout.

Tutto è partito dai contenuti della cosiddetta Carta del Coraggio, documento curato da un gruppo di giovani scout riuniti a San Rossore di Pisa. Questi giovani, che si autodefiniscono “generazione che vuole essere protagonista di un cambiamento nella società”, chiedono all’Agesci di “allargare i propri confini affinché tutte le persone -indipendentemente dall’orientamento sessuale- possano vivere l’esperienza scout “, anche assumendo un ruolo educativo.

Non solo. Si chiede esplicitamente che l’Agesci si faccia portavoce presso le Istituzioni ecclesiastiche e statali di questo progetto gay friendly: la Chiesa dovrebbe “mettersi in discussione e rivalutare i temi dell’omosessualità” mentre allo Stato viene chiesto di riconoscere giuridicamente le unioni gay, facendo poi riferimento ad un non meglio specificato diritto all’adozione nazionale.

 

Poi il documento -com’è di normale prassi- è stato revisionato dai vertici dell’Agesci che hanno lasciato invariato il contenuto fortemente omosessualista dato dal gruppo di giovani scout a San Rossore.

<<< Questo il link alla pagina ufficiale dell’Agesci >>>

Ora si sta procedendo celermente alla diffusione della Carta del coraggio a tutti i gruppi scout Agesci in Italia che avranno il compito di incontrare le Istituzioni locali ed ecclesiastiche per renderle partecipi del loro percorso.

Anche questo fronte -quello del mondo scout – è stato colonizzato dall’ideologia imperante. Avanti il prossimo.

Redazione

 

banner-bussola-quotidiana

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info