09/12/2021

Come far chiudere una clinica che cambia sesso ai minorenni

Grande soddisfazione in Texas dei genitori e delle associazioni pro famiglia che insieme a Mass Resistance sono riusciti a far chiudere una clinica specializzata nel cambiamento di sesso per i minori.

Non solo chiude la principale clinica per minori transgender  di Dallas,  GENECIS (GENder Education and Care, Interdisciplinary Support) presso il  Children's Hospital, ma l'ospedale stesso smetterà di dare ormoni ai minorie ha persino ha rimosso la pagina web della clinica. Ecco come si è arrivati a questo risultato.

A marzo 2021 gli attivisti della sezione del Texas di MassResistance hanno organizzato proteste davanti alla clinica. A volte, le auto della polizia hanno disperso i manifestanti, ma la gente ha perseverato e  e alla fine la polizia ha desistito. Intanto, MR ha organizzato gruppi di pressione sul Parlamento statale per l'introduzione ti proposte di legge a favore della famiglia, compreso il divieto di procedure di "transizione di genere" sui bambini.

Alla fine un buon progetto di legge ha cominciato l'iter parlamentare, ma incredibilmente ha trovato l'opposizione non solo dei "liberal" del partito Democratico, ma anche del Governatore e di parte dei conservatori (Repubblicani).

Gli attivisti hanno perseverato e partecipato alle audizioni confutando punto per punto le teorie gender degli oppositori del disegno di legge.

Nonostante tutto, il  governatore repubblicano, Abbott, e alcuni parlamentari repubblicani permettono all'opposizione di spuntarla e il disegno di legge viene affossato.

Colpo di scena:  Texas MassResistance scopre e rivela enormi donazioni  dalla lobby transgender al Governatore e al Partito Repubblicano locale!
Il comitato di azione politica di GENECIS aveva donato decine di migliaia di dollari ai principali esponenti del partito. E dal 2015, un altro comitato di azione politica transgender del Texas aveva donato $ 800.000 al governatore Abbott, $ 825.000 al vice-governatore Patrick, $ 105.000 al  repubblicano Phelan e $ 200.000 al procuratore generale del Texas Ken Paxton. 

Scoppia l'indignazione generale e i genitori in tutto lo stato levano le loro proteste: ad agosto il governatore Abbott ha inviato una richiesta al Dipartimento per la famiglia e i servizi di protezione del Texas chiedendo un parere ufficiale: "la mutilazione genitale di un bambino ai fini della transizione di genere attraverso un intervento chirurgico di riassegnazione costituisce abuso sui minori secondo la legge dello Stato?”

La risposta è affermativa.

La clinica GENECIS ha tentato di difendersi dicendo che non praticava la chirurgia, ma solo le cure ormonali.  Ma è ovvio che gli ormoni sono la premessa al bisturi. L'indignazione si diffonde. Svariate associazioni di genitori hanno contattato i membri del consiglio e i donatori del Dallas Children's Hospital  chiedendo la chiusura della clinica.

E finalmente la chiusura è stata decretata.
Questo è ciò che si può ottenere  con perseveranza e tenacia. Anche i politici  arroganti di alto rango possono essere costretti a fare le cose giuste.

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info