05/07/2021

Campagna #Restiamoliberi - NO al DDL Zan anche in Alto Adige

COMUNICATO STAMPA

PV&F: Campagna #Restiamoliberi - NO al DDL Zan anche in Alto Adige

 

Roma, 5 luglio 2021

“Inserendosi nel dibattito suscitato dalla proposta di legge dell’onorevole Alessandro Zan, la sezione altoatesina di Pro Vita & Famiglia ha promosso una campagna che da mesi interessa tutta l’Italia, per sensibilizzare l'opinione pubblica sul grave pericolo che scaturirebbe dall’approvazione di questa legge illiberale.

Pro Vita & Famiglia, al fine di sensibilizzare la popolazione sudtirolese, ha esposto, all’alba dello scorso sabato 3 luglio sui prati del Talvera, il bandierone-simbolo che reca la scritta a caratteri cubitali “RESTIAMO LIBERI”, lo slogan di promozione della campagna.

La campagna #RestiamoLiberi - NO al DDL ZAN ormai da molti mesi si propone di contrastare il disegno di legge Zan sull'omofobia, che vorrebbe introdurre in Italia (è stato già approvato alla Camera nel novembre 2020) una legge che, con la scusa e la maschera di punire le discriminazioni per l'orientamento sessuale, mira a imporre un nuovo pensiero unico dominante, nonché limitare la libertà di espressione, educazione, associazione, stampa e persino quella religiosa.

Il ddl Zan, infatti, introduce anche e soprattutto i concetti di identità e fluidità di genere (un vero pericolo per i diritti e le differenze di uomini e soprattutto donne), nonché la Giornata Nazionale contro l'Omofobia da portare nelle scuole di ogni ordine e grado, finendo quindi per indottrinare e mettere in pericolo i minori, soprattutto i più piccoli.

Da quando è partita, la campagna ha portato in piazza migliaia di persone, con eventi in oltre 110 città (tra cui Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Venezia), ma anche numerose affissioni, camion-vela, banchetti in paesi e città di tutto il territorio nazionale.

 

 

Comunicato Stampa a cura del Circolo Territoriale di Pro Vita & Famiglia dell’Alto Adige




FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE CONTRO IL DDL ZAN PER LA LIBERTÀ DI PENSIERO

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info