07/08/2020 di Manuela Antonacci

Alloggi per anziani Lgbt a Zurigo: ma non è auto-ghettizzazione?

Entro il 2025, a Zurigo sorgeranno appartamenti con posti letto medicalizzati destinati ad anziani LGBT. Strutture volute principalmente dalle comunità omo e trans della città, grazie all’immancabile supporto delle autorità locali.

Si tratta di una ventina di alloggi di varie dimensioni: si va da mini appartamenti di 1,5 locali fino ad alloggi di 3,5 locali, cui si aggiungeranno tre strutture medicalizzate. Il progetto è nato dalla collaborazione tra l'organizzazione LGBT queerAltern, la fondazione per alloggi destinati alle persone anziane e le case per anziani di Zurigo. In teoria l’iniziativa, almeno così dicono i promotori, sarebbe nata per dare spazio ai bisogni delle persone LGBT, creando un clima di accettazione e riconoscimento reciproco.

Tuttavia, quello che non si comprende è l’evidente contraddizione sottesa a queste considerazioni. Ovvero: se davvero l’iniziativa, che avrà richiesto sicuramente ingenti finanziamenti, è finalizzata a creare e favorire un clima di rispetto e tolleranza verso gli anziani LGBT allora perché “ghettizzarli”? Infatti la struttura tanto decantata altro non è che un vero e proprio (magari lussuoso, magari all’avanguardia) ghetto.

Infatti, il clima di tolleranza, per definizione, si dovrebbe creare mettendo in comunicazione una realtà ristretta con la realtà della maggioranza, in un tentativo di dialogo. Qui invece, paradossalmente dichiarando l’intento di favorire l’accettazione di una piccola comunità, si manifesta con i fatti, la rinuncia in partenza ad ogni forma di integrazione con la realtà esterna.

Non ci sentiamo dunque di unirci all’esultanza generale per questo tipo di progetto che manifesta, l’ormai arcinoto punto di vista della comunità LGBT che divide le persone in categorie, in base al loro orientamento sessuale, dimostrando di ignorare che, invece, le persone sono innanzitutto “persone”.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info