27/02/2016

Aborto spiegato in un video: disegni, niente sangue. Ma il dramma rimane

Lila Rose, di Live Action, è una dei tanti prolife che crede che se la gente guardasse in faccia la realtà dell’aborto, diventerebbe dal giorno alla notte a favore della vita.

Per questo motivo, qualche tempo fa, Lila Rose ha annunciato che con la collaborazione di un ex medico abortista, il Dr. Anthony Levatino, ha creato un sito web (http://www.abortionprocedures.com/) in cui viene mostrato come avvengono gli aborti dal punto di vista medico.

Il sito presenta il Dr. Levatino – che da ex pro-choice ha eseguito più di 1.200 aborti – che attraverso dei video descrive i metodi di aborto più comuni con delle animazioni, dove vengono mostrate nel dettaglio tutte le procedure e i rischi sanitari ad esse associati.

Non ci sono fotografie di bambini sanguinanti; tutti i video sono costituiti esclusivamente da cartoni animati.

L’obiettivo infatti non è colpire emotivamente lo spettatore, ma quello di mostrare a livello scientifico ciò che accade durante e dopo un aborto.

Per questo tutti i video sono stati sottoposti ad una verifica da parte di diversi medici qualificati.

Il dr. Levantino descrive le 4 principali tecniche abortive:

– aborto farmacologico (RU-486) usato durante le prime fasi della gravidanza;

– aborto per aspirazione, procedura più usata durante le prime 12 settimane;

– aborto per smembramento (dilatazione ed estrazione), forma più comune durante il secondo trimestre, in cui il bambino viene smembrato arto per arto;

– aborto indotto, metodo utilizzato durante il terzo trimestre, in cui si inietta una sostanza, la Digossina, che uccide il bambino (anche se a volte capita che questi nasca vivo e venga lasciato morire).

Tutte queste procedure sono legali negli USA”, ha detto Lila Rose a LifeSiteNews. E anche qui da noi, in Italia. Anche se per gli aborti tardivi sono richieste particolari condizioni di salute del bambino o della madre; basta un piede torto o un labbro leporino per consentire l’aborto tardivo (poi, ora, hanno anche depenalizzato l’aborto clandestino, cioè quello fatto oltre il termine e al di fuori delle condizioni previste dalla 194...).

L’industria dell’aborto vuole costringere i contribuenti americani a sovvenzionare queste procedure. Alcuni dei leader politici americani candidati alle presidenziali del 2016 – denuncia Rose – vogliono abrogare ‘l’emendamento Hyde’, firmato dal presidente Jimmy Carter, che vieta il finanziamento federale diretto per la maggior parte degli aborti. Sia Hillary Clinton che Bernie Sanders hanno detto di essere a favore del finanziamento pubblico ‘dell’aborto su richiesta’ in tutte i nove mesi di gravidanza”.

Ebbene, guardando i video del Dr Levatino i cittadini americani vedranno con i propri occhi cosa sia l’aborto e potranno quindi decidere con una coscienza più informata chi votare come presidente degli Stati Uniti.

Qui in Italia, potremmo aprire gli occhi su una realtà di cui pochi parlano. E il prezzo dell’aborto sia di donne ricche che di quelle povere, è sempre, tutto a carico dei contribuenti.

Laura Bencetti

Fonte: https://www.lifesitenews.com/news/he-performed-1200-abortions.-in-new-videos-he-wants-you-to-see-what-abortio

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info