13/02/2013

Aborto, campagna pubblicitaria shock in Polonia

Una campagna pubblicitaria piuttosto provocatoria è stata messa in atto dalle femministe polacche nel loro paese, in cui si invita le donne ad andare in Gran Bretagna per abortire.

In Polonia infatti l’interruzione di gravidanza è vietata tranne che in alcuni casi particolari, e per questo il turismo abortivo è molto frequente. Piuttosto che rivolgersi alle strutture clandestine, sono stati realizzati volantini e poster pubblicitari che strizzano l’occhio ad una famosa pubblicità di una carta di credito, nei manifesti compare una donna in biancheria intima con sulla pancia la scritta ‘My choice’ e il testo recita ‘Biglietto aereo per l’Inghilterra a un prezzo speciale: 70 euro. Accomodation: 56 euro. Aborto in una clinica pubblica: 0 euro. Sollievo dopo una procedura portata avanti in condizioni decenti: non ha prezzo. Per tutto, si paga di meno di un aborto clandestino in Polonia’.
Il messaggio è chiaro: volare e pagarsi un albergo per abortire nel Regno Unito è più economico che pagare per un’interruzione di gravidanza clandestina in una qualsiasi città polacca. Un’iniziativa che non mancherà di sollevare polemiche.

Clicca qui per visualizzare la campagna pubbliciatria incriminata

di Giulio Ragni

banner Ireland

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info