16/05/2020

FLASH - Aborto e porno legati a filo doppio

Phil Harvey ha donato in meno di trent'anni sette milioni e mezzo di sterline all’organizzazione abortista Marie Stopes International (l'omologa inglese della Planned Parenthood).

Ne parla diffusamente Tommaso Scandroglio sulla Nuova Bussola Quotidiana e spiega che Harvey  è un magnate del porno e della vendita di articoli erotici

Sappiamo bene che  aborto e pornografia sono legati a filo doppio: in entrambi i casi la donna viene violentata nelle sue carni, anche se fosse davvero consenziente (sulla "libertà" di chi "sceglie" l'aborto o la carriera porno c'è molto da dire e abbiamo detto molto). 
 
Sia l'aborto che il porno considerano la donna oggetto: che la pornografia mercifichi  le donne è palese. Che la cultura abortista dia compimento alla mentalità maschilista che ha voluto la donna "libera" e il "sesso libero" per far fare agli uomini il comodo loro senza doversi assumere responsabilità, invece, è cosa sulla quale pochi (oltre i nostri Lettori) ragionano.  
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info