09/09/2017

Una rete di aiuto alla vita – LifeAid – di Steadfats onlus

La Steadfast onlus è stata una delle protagoniste, con ProVita e altre Associazioni, della vicenda mediatica che ha tentato di salvare la vita del piccolo Charlie Gard: non abbiamo potuto salvarlo, ma gli abbiamo allungato la vita di un mese (chi volesse far memoria della vicenda tragica ma straordinaria che si è svolta tra la fine di giugno e di luglio, può richiedere il nostro libricino “Nel Nome di Charlie” cliccando qui. Anche in quel libretto c’è un contributo del presidente della Steadfast, Emmanuele Di Leo).

Oggi rilanciamo volentieri  il comunicato stampa della Steadfast Onlus che annuncia la nascita di una rete per la vita, LifeAid


LifeAid nasce dall’esperienza del lavoro fatto per salvare la vita del piccolo Charlie Gard.

L’intento del Progetto è quello di formalizzare e consolidare la RETE nazionale ed internazionale nata da questa vicenda al fine di tutelare il valore di ogni Vita umana soprattutto quelle più indifese come i malati, i bambini ed i poveri attraverso azioni:

– di sostegno alle persone ed alle loro famiglie;
– di lobbying verso istituzioni, enti governativi e non;
– di partnership con altre realtà prolife o organizzazioni che perseguono il nostro medesimo scopo;
culturali/scientifiche;
– di comunicazione a diversi livelli (giornali, siti, social network, ecc.);

Medici, giuristi, esperti di comunicazione, bioeticisti, sociologi, economisti... tante professionalità in rete, con spirito di collaborazione al servizio del supremo bene della Vita umana in particolare nei casi in cui è messa in pericolo dal potere giuridico, socio-politico o scientifico.

Emmanuele Di Leo: «Avendo già più volte sottolineato l’importanza della grande eredità di Charlie, vogliamo concretizzarla. In molti ci siamo mobilitati e in molti abbiamo agito in maniera spontanea da molti Paesi di diversi Continenti e ricoprendo più ambiti d’azione. Steadfast è convinta che strutturare una Rete di lobbying in difesa della vita sia un’azione fondamentale per arginare l’enorme deriva etica-valoriale, che la società globale sta subendo. Facendo leva sulla sua già esistente presenza internazionale e sui nuovi contatti nati durante la battaglia per Charlie, Steadfast vuole consolidare e strutturare questa Rete informale e, partendo dall’Italia, farla diventare una Rete internazionale a servizio della Vita umana più vulnerabile. Già in molti hanno aderito e sono convinto che tanti altri si uniranno al progetto. Saremo un gruppo di lavoro ben distinto, sia nell’operare che nella metodologia d’azione, da altre associazioni già esistenti. Collaboreremo con altre organizzazioni specializzate in più e differenti settori, proprio perché siamo convinti che ognuno può dare qualcosa, specialmente se agisce nella sua area di pertinenza.”

Ufficio Stampa Steadfast Onlus

P.S.: Ovviamente ProVita aderisce con slancio alla rete LiveAid: perché ogni vita vale!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info