28/01/2020

Pro Vita & Famiglia, un anno di Azione intensa

In difesa della vita, dal concepimento e fino alla sua morte naturale. Contro l’aborto e ogni sfruttamento della donna che sempre più spesso viene ridotta ad una macchina sforna-figli per chi vuole comprarsi i bambini. Contro qualsiasi forma di eugenetica e in difesa della famiglia naturale, formata da un uomo e una donna.

Anche  nel corso del 2019 Pro Vita & Famiglia ha condotto senza sosta le sue battaglie pro life e pro family, con numerose campagne di sensibilizzazione e denuncia. 

Una serie di iniziative hanno seguito il solco tracciato dalla campagna #StopUteroInAffitto dell’ottobre del 2018, con la quale si è denunciata la pratica aberrante della maternità surrogata sempre e comunque, e in particolare quando lo scopo è di vendere a due genitori dello stesso sesso un figlio, non tenendo conto dei diritti e delle necessità di un bambino, che ha bisogno (e diritto) a un padre e una madre certi.

A maggio 2019, a Roma in via Tiburtina è stato affisso il più grande manifesto pro life d’Italia, di 250 metri quadri di grandezza. Protagonista Michelino, un bambino nel grembo materno a 11 settimane dal concepimento con lo slogan «Cara Greta se vuoi salvare il pianeta, salviamo i cuccioli d’uomo. #ScelgoLaVita». Una campagna che ha avuto l’obiettivo, come ha spiegato Jacopo Coghe, vice presidente del Congresso Mondiale delle Famiglie e di Pro Vita & Famiglia, di tenere accesi i riflettori sul dibattito sull’aborto. «Un’immagine che invita a riflettere come già a 11 settimane nel grembo materno eravamo degli esseri umani e la vita è sempre degna di essere vissuta». Un appello lanciato anche all’attivista sedicenne pro ambiente Greta Thunberg, poiché voler salvare non  il nostro Pianeta ha senso se si salva chi lo abita e chi lo abiterà in futuro.

Sempre a maggio, si è tenuto un  consueto appuntamento nella Capitale, la Marcia per la Vita. Un successo e una festa che per l’ennesima volta ha coinvolto migliaia di persone tra giovani, anziani, genitori e soprattutto bambini.Pro Vita & Famiglia è scesa in campo e ha preso parte alla Marcia per partecipare ad una «festa dei diritti soprattutto di chi non ha voce» e una festa che ha ribadito «la sacralità della vita umana, debole o forte che sia, sana o malata».

Lo scorso luglio per 15 giorni nelle strade di Roma hanno viaggiato molti camion vela contro l’utero in affitto e contro la commercializzazione dei bambini, raffigurati all’interno di alcuni barattoli come se fossero una merce da espositore. L’iniziativa  denuncia la volontà, di alcuni, di voler legittimare, legalizzare e giustificare una pratica che svilisce la dignità dei bambini e il corpo delle donne. Una pratica che, riducendo i più piccoli ad un vero e proprio prodotto da vendere, comprare o regalare, fondamentalmente favorisce un business miliardario.

A settembre, per un intero mese, è stata la volta della campagna choc contro l'eutanasia e il suicidio assistito, con i manifesti raffiguranti giovani, anziani, mamme, papà, sorelle, fratelli che - se colpiti da depressione, malattie, mancanza di lavoro ecc. - potrebbero far ricorso al fine vita e farla così finita se davvero l'Italia finisse per legiferare a favore di queste pratiche.

manifesti contro eutanasia e suicidio assistito

La campagna ha attirato a tal punto l'attenzione che il Comitato di Controllo dell'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria ha chiesto di censurare la campagna: siamo cosi' andati di fronte all'Autorita' per difendere la liberta' di manifestare per la vita. Alla fine del procedimento, il Presidente del Giuri' ha riconosciuto che la nostra campagna non violava il Codice di Autodisciplina!

Poi e' partito il progetto "Un Dono per la Vita", ripetuto anche a Natale, con il quale l'Associazione ha donato a molte mamme e bambini in difficolta' passeggini, biberon, pannolini e altri beni di prima necessita' per chi stava affrontando o aveva da poco affrontato una gravidanza molto difficile. Puoi vedere qui un servizio andato in onda su TV2000 a proposito del nostro progetto.

Particolarmente importanti sono state anche le numerose petizioni promosse dall'Associazione, le quali hanno spesso un impatto. Solo per fare un esempio, abbiamo ricevuto recentemente un riscontro positivo dal Senato della Repubblica per la petizione "Per una manovra finanziaria a misura di famiglia". La petizione e' stata annunciata all'Assemblea del Senato nella seduta n. 182 del 16 gennaio ed e' stata assegnata alla Commissione Bilancio per il successivo esame!

Naturalmente, queste sono solo le iniziative nazionali piu' importanti: sarebbe impossibile passare in rassegna tutti i convegni, gli incontri, le interviste, gli articoli sui media e le iniziative organizzati anche dai Circoli territoriali di Pro Vita & Famiglia in tutte le Regioni! Per farsi una idea delle principali attivita' realizzate e di quelle in programma, basta consultare la nostra pagina "Iniziative".

Infine, menzioniamo anche le azioni legali promosse dall'Associazione: sono in corso numerose cause sia per difendere la reputazione dell'associazione contro le gravi diffamazioni di alcuni organi di stampa, sia per difendere la liberta' di manifestare per la Vita e per la famiglia contro la censura delle Istituzioni.

Ad ottobre, poi, Pro Vita & Famiglia - con altre associazioni pro life e pro family - ha firmato un manifesto in difesa dei valori della Vita e della Famiglia con molti esponenti della politica candidati alle elezioni regionali in Umbria.

Tra tutte le attività di Pro Vita & Famiglia del 2019, però, spicca l’aver ospitato in Italia, a Verona, il 13esimo Congresso Mondiale delle Famiglie dal 29 al 31 marzo. Un evento pubblico internazionale che ha avuto l’obiettivo di unire e far collaborare numerosi leader e organizzazioni internazionali pro vita e pro famiglia. Un evento che ha avuto una vastissima eco mediatica e che ha ribadito temi fondamentali e imprescindibili nel panorama politico e sociale attuale, come: la bellezza del matrimonio, i diritti dei bambini, l’ecologia umana integrale, l’importanza e la dignità della donna nella società e nella storia, la questione demografica, la tutela giuridica della famiglia e della vita e le politiche aziendali per la natalità e le realtà familiari.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info