30/11/2021 di Luca Volontè

Planned Parenthood insabbia i pericoli dell’aborto per la salute delle donne

La multinazionale dell’aborto Planned Parenthood ha recentemente celebrato la giornata del ringraziamento per  “il controllo delle nascite'. Peccato che abbia omesso di ricordare i drammi che nascondono queste vellutate parole.

In particolare, la Planned Parenthood of Southern New England (PPSNE) ha celebrato il 'Thanks, Birth Control Day', definendolo "una celebrazione nazionale dei molti modi in cui il controllo delle nascite migliora notevolmente la vita e le opportunità di individui e famiglie". Non una parola sulle decine di milioni di bimbi uccisi ovviamente, ma nemmeno un cenno sui danni fisici ed emotivi alle donne, specialmente giovani, procurati dai metodi di controllo delle nascite.

Ad esempio, i danni di uno dei metodi "più efficaci" di prevenzione della gravidanza, come IUD (spirale) o impianti uterini semi permanenti per impedire la gravidanza come il Nexplanon. Nessuna menzione sul fatto che del dispositivo Essure, per il controllo permanente delle nascite, è stata vietata la vendita nel 2018 dopo la segnalazione di migliaia di reclami, tra cui 10.300 denunce di lesioni da coaguli di sangue, tra cui trombosi venosa profonda ed embolia polmonare. Né una menzione sul fatto che il produttore di Essure, la Bayer, ha pagato oltre 2 miliardi di dollari per conciliare queste cause ed ha anche accettato di pagare 21,5 milioni di dollari per risolvere 7.200 denunce per lesioni alla cistifellea e 56,9 milioni di dollari per conciliare 1.200 reclami relativi a ictus e attacchi cardiaci di donne, per lo più giovani.

Nulla nemmeno sul controllo ormonale delle nascite che comporta anch’esso alti rischi ed è concausa di alcuni tipi di cancro, depressione e infertilità. La multinazionale dell’aborto, incurante dei rischi per le donne, ha preferito lanciarsi in una campagna per un maggiore accesso alla contraccezione per le minoranze e gli individui che vivono sotto la soglia di povertà.

Nemmeno in questo caso c’è stato un accenno al colonialismo tremendo usato da molti paesi occidentali che forniscono aiuti alimentari, economici o sanitari alle nazioni in via di sviluppo solo a fronte del consenso di questi paesi alla distribuzione di massa di contraccettivi. Vogliamo chiamarlo con il suo nome? Un ritorno al razzismo eugenetico. Se per Planned Parenthood il controllo delle nascite permette a “milioni di persone di perseguire obiettivi educativi e professionali, condurre una vita più sana, e seguire i loro sogni grazie al controllo delle nascite", è molto più vero il contrario. Ci sono milioni di donne in carriera e di successo che raggiungono i loro obiettivi conciliandoli con il successo familiare e la cura dei propri figli.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info