28/07/2017

La Buona Notizia #737 – NO alla cannabis libera!

Un pericolo l’abbiamo scampato, pare: in Italia non verrà approvata alcuna legge sulla cannabis libera, ma solo per uso terapeutico. Visto lo scenario che si prospettava qualche mese fa, si tratta certamente di una Buona Notizia!

La comunicazione è della serata del 26 luglio: «Le commissioni riunite Giustizia e Affari sociali di Montecitorio hanno adottato il testo base sulla cannabis proposto dalla relatrice per la XII commissione, la democratica Margherita Miotto, riguardante solo l’uso terapeutico: facendo cadere, quindi, la parte sulla liberalizzazione. Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato fissato per lunedì 11 settembre alle 16».

Una Buona Notizia, questa, che segna l’ennesima sconfitta del Partito Democratico e che fa storcere il naso ai radicali e agli altri fautori della droga libera, sempre e ovunque. E, naturalmente, si rincorrono i luoghi comuni sul fatto che così si favorisce la mafia...

Ringraziano invece per questa decisione le famiglie e i giovani: nella fragilità e confusione contemporanea non si avvertiva proprio il bisogno dell’ennesima legge contro i nostri ragazzi. Quella del permissivismo, la storia ce lo insegna, non è una strada che paga; anzi, negli ultimi anni i risultati più bassi rispetto al consumo di droga (senza cadere nella falsa distinzione tra “leggera” e “pesante”) si sono registrati quando al Dipartimento Politiche Antidroga era guidato da Giovanni Serpelloni, fautore di una politica rigidamente proibizionista.

Cannabis solo ad uso terapeutico, dunque. Stiamo a vedere come terminerà la discussione alla Camera e al Senato, a settembre, ma intanto ci rallegriamo per questo... pericolo (estivo) scampato!

A lunedì, con un’altra Buona Notizia!

Redazione

Fonte: Ansa


Segnalate alla nostra Redazione (qui i contatti) la vostra Buona Notizia! Può essere un articolo ripreso dal web o una vostra testimonianza... la condivideremo con tutti i Lettori!


AGISCI ANCHE TU! FIRMA LE NOSTRE PETIZIONI

NO all’eutanasia! NO alle DAT!

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info