27/06/2022

Giordano: «Decisione Corte Suprema Usa non è ritorno indietro, perché vita inizia da concepimento»

«Sono convinto, da cattolico, che la Vita sia tale fin dal momento del concepimento e quindi non penso che la sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti sia un ritorno indietro». Queste le parole del giornalista Mario Giordano, intervenuto nel corso della trasmissione Controcorrente su Rete4 in merito al ribaltamento della "Roe vs Wade" del 1973, sentenza che legalizzò in tutti gli Usa l'aborto.

Secondo Giordano, infatti, «non è mai un ritorno indietro quando si tutelano i più deboli e il più debole, in questo caso, è il bambino, il nascituro nel momento in cui viene concepito. Quindi tutelare un nascituro non penso sia un arretramento sul piano dei diritti»,

Affermazioni che, secondo lo stesso giornalista, sono oggigiorno ormai «stravaganti e strane», ma è «quello che io penso» ha concluso.

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info