15/11/2014

Gender diktat: i genitori in galera

Chi osa anche dissentire dall’ideologia  gender viene perseguito a norma di legge e rischia la galera. Siamo esagerati?

Risponde Il Giornale che spiega come ciò stia avvenendo nella democratica repubblica federale tedesca  (... era più “democratica” la Repubblica Democratica ante 1989?)
A Borken, vicino a Munster, sei bimbi si sono sentiti male a scuola dinanzi alle “lezioni” di educazione sessuale esplicite e violente sulla “educazione alla diversità di genere”.
Negli stessi giorni a Eslohe, nella stessa zona, due coniugi di 37 anni, Eugen e Luise Martens, sono stati incarcerati per quaranta giorni perché la figlia, iscritta alle scuole elementari, si era rifiutata di partecipare ai corsi di educazione sessuale previsti dall’istituto. L’uomo è recidivo: padre di otto figli, era già stato arrestato l’anno scorso con la medesima accusa (la moglie era stata lasciata in libertà perché incinta).
In Germania stanno nascendo diversi comitati di sostegno ai coniugi Martens. Speriamo non sia troppo tardi.

Qui in Italia siamo ancora in tempo per evitare di arrivare a questi indecorosi e incredibili estremi. Saremo abbastanza svegli sa rendercene conto?

Redazione

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info