05/10/2019

FLASH - Vietato chiedersi perché un bambino nasce morto

La Bpas (British Pregnancy Advisory Service), che esegue circa 60.000 aborti l'anno nel Regno Unito, si è opposta alla proposta di legge che consentirebbe ai coroner di indagare sul perché un bambino nasce morto. La potente orgnizzazione pro morte (è una sorta di Planned Parenthood inglese) teme che una siffatta legge riconosca una certa umanità ai bambini nel grembo materno e possa scalfire il moloch de "l'utero è mio e lo gestisco io". Come al solito: dicono di essere dedicati alla salute delle donne, ma di quelle donne che disperatamente cercano di rielaborare il lutto derivante dall'aver partorito un bambino morto non gli importa niente. Né considerano che scoprendo le cause di una tale tragedia la scienza potrebbe prodigarsi per evitarne in futuro.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info