29/07/2021

FLASH - Un'altra ragazzina muore di aborto

Un padre in lutto, a Papua Nuova Guinea, ha chiesto alle autorità sanitarie di indagare sulla vendita di farmaci abortivi dopo che sua figlia di 16 anni è morta per aver preso del misoprostolo, la pillola che completa l'aborto chimico, dopo che il mifepristone uccide il bambino in grembo.
La ragazza ha comprato il farmaco all'insaputa dei genitori. 
L'aborto è illegale a Papua Nuova Guinea, ma i gruppi pro-aborto dagli Stati Uniti e dall'Europa invitano le  donne a usare i farmaci necessari all'aborto a domicilio perché  "sono sicuri" e alcune farmacie e strutture mediche vendono mifepristone e misoprostolo in barba al divieto.
Ricordiamo che negli Stati Uniti la Ru 486 è stata collegata ad  almeno 24 decessi di donne e 4.000 gravi complicazioni e che le complicanze da aborto chimico sono quattro volte più frequenti che dall'aborto chirurgico.
 
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info