18/11/2020

FLASH - Una donna non può farsi registrare come padre

Si fanno chiamare "uomini trans" chi, pur biologicamente donna, si sente uomo. Una di esse, ha affrontato recentemente una battaglia legale nel Regno Unito per farsi riconoscere, secondo il suo genere autopercepito, come "padre" di un bambino. La corte d'appello «ha affermato che le leggi approvate dal parlamento non hanno "dissociato il concetto di madre dal genere"». Insomma, la terminologia in questo campo è una vera e propria giungla. Ciò che farebbe bene a tutti, in primis ai bambini, è un bel ritorno alla realtà: l'uomo è maschio, solo un uomo può essere papà; la donna è femmina, solo una donna può essere mamma; un bambino può nascere solo dall'unione tra un uomo e una donna: quella è la famiglia naturale.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info