12/09/2022

FLASH – UK. Pedofilo seriale transgender sarà rinchiuso in un carcere femminile

In Inghilterra e negli altri paesi che hanno ormai pienamente accettato i principi dell’ideologia Gender, tra cui soprattutto quello dell’auto-identificazione di genere, le decisioni che finiscono per discriminare le donne sono ormai sempre più frequenti.  

L’ultima decisione controversa in questo senso riguarda il caso di John Robert Dixon, un pedofilo seriale che si dichiara transgender e che è stato condannato in questi giorni per aver abusato sessualmente di sette bambini.

Nel 2004, Dixon aveva iniziato a identificarsi come una donna di nome Sally Anne e per questo un giudice della “Lewes Crown Court” ha stabilito che Dixon sconterà i 12 anni di carcere a cui è stato condannato all’interno di una prigione femminile.

La cosa più scandalosa è che Dixon non ha nemmeno un certificato di riconoscimento del genere (GRC), il documento che indica che una persona ha cambiato legalmente sesso. Quindi il giudice ha deciso di mettere un uomo violento e pericoloso insieme a delle donne basandosi di fatto solo sulla sua auto-identificazione di genere.

Fonte: Feminist Legal Clinic

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info