19/02/2021

FLASH - Sud Carolina: no aborto se il cuore batte

Ieri, 18 febbraio 2021, il governatore della Carolina del Sud Henry McMaster  ha promulgato la legge che vieta l'aborto dal momento in cui batte il cuore del bambino.
"Se non si protegge il diritto alla vita, allora che diritti ci sono?", ha detto. "Abbiamo il dovere di proteggere la vita."
 
La Carolina del Sud diventa così il dodicesimo stato a vietare gli aborti quando il cuore di un bambino non ancora nato inizia a battere, insieme a Georgia, Missouri, Louisiana, Tennessee, Ohio, Alabama, Arkansas, Iowa, Kentucky, Mississippi e North Dakota. Il Fetal Heartbeat Bill prevede anche un  intervento statale a sostegno delle madri bisognose, imponendo allo Stato di finanziare l'assistenza prenatale e postnatale  per le madri che vivono nella Carolina del Sud e non hanno l'assicurazione sanitaria.
 
Il battito cardiaco del nascituro è rilevabile, in genere, circa a sei settimane di gravidanza. Sono consentite eccezioni in caso di stupro, incesto o rischio per la vita della madre. I medici che violano la legge sono soggetti a una multa di $ 10.000 o alla reclusione fino a due anni. L'American Civil Liberties Union e Planned Parenthood hanno già intentato una causa per bloccare immediatamente l'applicazione della legge. Il procuratore generale della Carolina del Sud Alan Wilson ha detto  che difenderà questa legge in tribunale perché non c'è niente di più importante che proteggere la vita. Secondo recenti sondaggi la maggioranza degli Americani è favorevole a queste leggi che limitano fortemente gli aborti. 
 
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info