26/05/2021

FLASH – India, 13,5 milioni di bambine uccise in aborti selettivi. Dove sono le femministe?

Un articolo pubblicato il mese scorso da un'importante rivista medica ha stimato che in India 13,5 milioni o più bambine sono state abortite in aborti selettivi per sesso tra il 1987 e il 2016.

Sebbene l'India abbia bandito l'aborto selettivo in base al sesso nel 1994, è rimasta una pratica comune ed è responsabile di circa il cinquanta per cento delle "nascite femminili mancanti" nel mondo.

I ricercatori hanno anche ammesso di aver sottovalutato la "reale entità" delle nascite femminili mancanti applicando il rapporto naturale conservativo di 950 ragazze per 1.000 ragazzi. Quando hanno testato un rapporto di 975 ragazze per 1000 ragazzi, hanno calcolato oltre 22 milioni di ragazze scomparse alla nascita.

Si pensa che l'India abbia 63 milioni di donne in meno da quando i test per la determinazione del sesso sono iniziati negli anni '70 e la ricerca suggerisce che l'India avrà circa 6,8 milioni di nascite femminili in meno entro il 2030 a causa della popolarità degli aborti selettivi per sesso.

Potenziali spiegazioni per questo includono atteggiamenti culturali che danno la priorità all'istruzione dei ragazzi e la pratica (fuorilegge) delle doti per le ragazze, che a sua volta marca le donne come fardelli socio-economici.

Davanti a questi dati viene davvero da chiedersi perché nessun movimento femminista abbia deciso di denunciare questa strage silenziosa.

Fonte: LifeNews

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info