23/09/2021

FLASH - Gb, donna con la sindrome di Down perde la causa contro la legge sull’aborto

Una donna di Coventry con la sindrome di Down ha perso davanti all'Alta corte di Londra un ricorso contro la legge vigente in materia di aborto, che secondo lei discriminerebbe le persone nella sua condizione. Heidi Crowter, 26 anni, aveva infatti intentato una causa contro il governo affermando che la normativa non rispetta la sua stessa vita.

Secondo la legislazione vigente in Inghilterra, Galles e Scozia, c'è un limite di 24 settimane per l'interruzione di gravidanza, che si può non applicare qualora vi sia un rischio sostanziale che il bambino possa soffrire di anomalie fisiche o mentali tali da nascere gravemente disabile, e fra le condizioni a rischio è inclusa la sindrome di Down. I giudici dell'Alta corte hanno però stabilito che l'articolo della legge sull'aborto al centro della diatriba legale non è discriminante e mira a trovare un equilibrio tra i diritti del nascituro e della donna.

Ma Heidi intende andare avanti in quella che è diventata una vera e propria campagna per i diritti delle persone con la sindrome di Down, che dovrebbero essere considerate come persone che possono avere una vita felice e normale come tutti gli altri.

Fonte:Ansa

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info