04/06/2021

Ddl Zan e pedofilia. Don Di Noto: «Basta equivoci con termini ambigui, i bambini rischiano grosso»

La pedofilia è un orientamento sessuale? Vi chiediamo di avere pochi minuti di pazienza nel leggere quanto scriviamo, sono solo dei cenni. Noi da 30 anni siamo impegnati nella tutela dei bambini contro la pedofilia e la pedopornografia e contro la sua normalizzazione e giustificazione e preoccupa questa non chiarezza che deve essere scritta e sottoscritta a caratteri cubitali, senza se e senza ma. Senza equivoci.
 
Abbiamo letto: Ddl Zan. Audizioni, Nordio: «Termini troppo ambigui. La pedofilia sarebbe tutelata?» Non vogliamo confondere le idee... ma delle domande ce le poniamo (dopo 30 anni di lotta alla pedofilia vorremmo una risposta dagli addetti ai lavori: la pedofilia, ed essere pedofilo,è un orientamento sessuale? E' un disturbo e un reato?)
 
Molti del politicamente corretto si scandalizzano, ma nessuno ha mai alzato la voce quando Vanity Fair (il 15 marzo 2017) scrisse che "la pedofilia non è una scelta ma un destino", riportando le seguenti dichiarazioni: «Secondo Beier, la pedofilia è un "orientamento sessuale", come essere etero o gay. Migliaia di persone lo hanno contattato per chiedere aiuto, quando hanno sentito di essere attratti dai bambini. Quella preferenza sorge durante la pubertà e rimane la stessa anche da adulti».
Kaplan ha inoltre scritto: «Non è che questi individui siano 'inattivi' o che non 'pratichino' la pedofilia, ma piuttosto che la pedofilia è uno stato e non un atto" (consultare Wikipedia: Virtuous Pedophiles - Pedofili Virtuosi).
 
Sulla questione che 'la pedofilia è uno stato e non un atto e che i pedofili virtuosi ci sono, esistono e che sia un orientamento sessuale", se ne discute da decenni e le lobby pedofile proliferano con la relativa Giornata dell'orgoglio pedofilo e/o il Partito dei pedofili olandese e/o i numerosi portali di madri dei boylover (amanti dei ragazzi) o dell'alice day (la giornata delle donne pedofile o amanti delle bambine). Migliaia sono gli aderenti e i sostenitori pro-pedofilia.
 
Pertanto sono più che lecite le perplessità, i dubbi, gli equivoci.... e credo sia corretto avere delle formali precisazioni. 
 
Non credete sia corretto che ci si schieri e dire da che parte stare?
 
A noi preoccupa questa non chiarezza a caratteri cubitali e senza se e senza ma. Si deve uscire da questi evidenti equivoci.
 
don Fortunato Di Noto



FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE CONTRO IL DDL ZAN PER LA LIBERTÀ DI PENSIERO

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info