06/01/2018

Dare la vita per la vita: tre testimonianze di “madri-coraggio”

Un articolo di LifeNews ci presenta tre testimonianze di donne eroiche e coraggiose che sono state in grado di dare la vita per i bambini che portavano in grembo. Una scelta di donazione estrema e gratuita, di amore vero.

Quando la vita vince su un tumore

La prima di esse è una madre indiana di 43 anni, Sapna Tracy, cui è stato conferito il premio Pro-Life istituito dalla Faridabad Eparchy. Era già incinta della sua settima figlia quando ha scoperto di avere un tumore al seno ma, nonostante il suo medico le avesse consigliato vivamente di abortire per dare inizio alla chemioterapia, lei scelse di proteggere la vita di sua figlia, anche a scapito della propria.

«Proprio come me, anche il bambino nel mio grembo ha il diritto di vivere», ha detto al suo medico. E così, dopo aver dato alla luce Philomina, ora di un anno e mezzo, Sapna ha combattuto contro il cancro ed è morta, proprio in quest’ultimo Natale, ma il suo sacrificio ha fatto sì che ad una piccola innocente non fosse tolta la vita.

Anche Carrie DeKlyen, madre americana trentasettenne, dopo aver scoperto un tumore maligno al cervello, morì preferendo non effettuare le cure sperimentali proposte piuttosto che uccidere la figlia che portava in grembo e che ora è salva grazie a lei.

Sorte migliore è invece toccata a Chelsea Nally che, affetta da un tumore al seno sinistro, ebbe lo stesso coraggio delle altre due madri nel rifiutarsi di abortire ma che, a differenza delle altre due storie narrate, alla fine è riuscita a sopravvivere e potrà ora crescere il suo bambino.

Queste testimonianze ci mostrano chiaramente che, sulla scia della nostra Chiara Corbella Petrillo, tante altre madri-coraggio testimoniano che l’essenza stessa della maternità è nell’accoglienza amorevole ed incondizionata della vita nascente, anche a costo del più estremo sacrificio.

Come Chiara hanno incarnato il desiderio di donarsi totalmente per amore, trovando nella cura della vita e della famiglia la principale realizzazione del loro essere donne.

Luca Scalise


FIRMA ANCHE TU

Per la salute delle donne:

per un’informazione veritiera sulle conseguenze fisiche e psichiche dell’ aborto 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info