10/07/2013

Cristiani contro il sesso promiscuo in Estonia

In Estonia, la Fondazione per la Protezione della Famiglia e Tradizione, una minuscola associazione cristiana, è riuscita a bloccare una campagna di propaganda del preservativo e del sesso promiscuo, finanziata da due giganti: la International Planned Parenthood Federation e l’Unione europea, che aveva visto l’affissione di manifesti sui muri e sugli autobus del paese.

Il Professore di diritto, Varrone Vooglaid, ha sporto una denuncia alle autorità competenti perché i suddetti cartelloni pubblicitari erano “contrario al buon costume” e violavano il comune senso del pudore, degradando il sesso ad un rapporto di dominanza – soggezione.

“La purezza e il buon senso comune non devono fare marcia indietro di fronte all’ impurità e alla follia”: questo è l’incoraggiamento che ci giunge dal piccolo paese baltico.

di Francesca Romana Poleggi

Clicca qui per leggere l’articolo originale pubblicato da LifeSiteNews in lingua inglese

di Hilary White

Blu-Dental

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info