01/07/2022 di Ufficio Stampa Pro Vita & Famiglia

Bologna. Pro Vita & Famiglia: «Proposta della maggioranza vuole distruggere la famiglia»

Bologna, 1 luglio 2022

«Un’assurda e illogica proposta è stata avanzata oggi dalla maggioranza in Comune, nella quale si legge - a proposito di politiche a favore delle famiglie - che “Il Comune di Bologna riconosce come famiglia qualsiasi legame affettivo che comporti costanti azioni di cura, sostegno e rispetto reciproche”. Una dicitura che distrugge il concetto stesso di famiglia, come riconosciuto anche dalla Costituzione e dalle leggi, equiparando ad essa qualsiasi tipo di unione affettiva. In questo modo anche un rapporto amicale duraturo potrebbe essere qualificato come famiglia, una classe a scuola, una squadra sportiva. Se l’unico criterio è dato dal legame affettivo, non si vede perché non lo possa essere una persona con i suoi animali. Se la famiglia è qualsiasi cosa, allora la famiglia non è niente e l’obiettivo di aiutare le famiglie viene vanificato. Sconcerta, inoltre, che questa proposta venga da Filippo Diaco, già presidente Acli, civico di sinistra vicino al mondo cattolico, che così va a cancellare il concetto stesso di famiglia. Il processo di distruzione culturale della famiglia avanza, purtroppo, anche grazie a proposte come questa», il commento di Francesco Perboni, referente del Circolo territoriale di Pro Vita & Famiglia Bologna.

 
Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info