22/02/2021 di Ufficio Stampa Pro Vita & Famiglia

Assegno unico famiglie Lgbt. Pro Vita & Famiglia: «Combattere utero in affitto è il primo diritto per quei bambini»

COMUNICATO STAMPA

Assegno unico famiglie Lgbt

Pro Vita & Famiglia: «Combattere utero in affitto è il primo diritto per quei bambini»

 

Roma, 22 febbraio 2021

“Siamo d’accordo con il ministro delle Pari Opportunità e della Famiglia, tutti i bambini meritano attenzione. Per questo, per noi, la pratica dei bambini comprati all’estero tramite l’utero in affitto va combattuta e vietata. Un bambino nasce per natura da un uomo e una donna e, sull'assegno attribuito anche ai bambini che abbiano il padre o la madre impegnati in una relazione gay, il problema non è a valle ma monte. Va ostacolato l’utero in affitto, è questo il primo diritto che spetta ai nascituri” ha dichiarato Toni Brandi, presidente di Pro Vita e Famiglia onlus intervenendo sulle dichiarazioni di Elena Bonetti che si è detta a favore dell’assegno unico per tutti i bambini al di là del contesto familiare.

 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info