02/11/2021 di Francesca Romana Poleggi

Ancora fake news sulle morti per aborto clandestino: il caso Malawi

All'inizio di questo mese il London Telegraph ha  scritto che 12.000 donne muoiono ogni anno in Malawi per aborti clandestini e  il Royal College of Obstetricians and Gynecologists gli ha dato risonanza.
Tuttavia, il dottor Calum Miller , esperto di etica e psichiatra dell'Università di Oxford, ha appena pubblicato un articolo sottoposto a revisione paritaria sull'International Journal of Environmental Research and Public Health che solleva seri interrogativi sul numero reale di donne morte.
In effetti, le ultime e più autorevoli prove dello studio dell'Organizzazione mondiale della sanità e del Global Burden of Disease (GBD) stimano che il numero di morti materne ogni anno sia compreso tra 1150 e 2100.  Cioè, il Telegraph ha sparato una balla, una fake news, un numero 6 o 10 volte superiore al numero di donne morte durante o subito dopo la gravidanza per tutte le cause.
La cosa non stupisce affatto: sia in Usa che in Italia i radicali abortisti - i "NO life", potremmo chiamarli - hanno fatto esattamente la stessa cosa. Qui da noi si piangevano 20.000 donne morte ogni anno per aborto clandestino, quando in quegli anni le donne morte per qualsiasi ragione in età fertile erano meno di un quarto.
Viceversa, tutti tacciono il numero di donne morte per aborto legale, soprattutto a seguito di RU486: queste donne, di carne e ossa, evidentemente non contano. In effetti non vengono proprio contate, perché il più della volte la morte è registrata con altre cause (es. infezione, o emorragia) e non emerge che la cosa è derivata da un aborto LEGALE.
E, tanto per dirla tutta, la legalizzazione dell'aborto non ha posto fine all'aborto clandestino:  secondo i dati Istat  si presume che se ne facciano  ancora almeno 13.000 l'anno 
 

Fonte: Mercatornet.com

Questo articolo e tutte le attività di Pro Vita & Famiglia Onlus sono possibili solo grazie all'aiuto di chi ha a cuore la Vita, la Famiglia e la sana Educazione dei giovani. Per favore sostieni la nostra missione: fai ora una donazione a Pro Vita & Famiglia Onlus tramite Carta o Paypal oppure con bonifico bancario o bollettino postale. Aiutaci anche con il tuo 5 per mille: nella dichiarazione dei redditi firma e scrivi il codice fiscale 94040860226.
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info