07/03/2021 di Direttivo Pro Vita & Famiglia

Scriviamo all'OHCHR, per i diritti delle donne e per il bene dei nostri figli

Presso l'Ufficio delle Nazioni Unite  dell'Alto Commissario per i Diritti Umani (Office of the United Nations High Commissioner for Human Rights, OHCHR), è stato istituito l'Esperto Indipendente sulla protezione contro la violenza e la discriminazione basata sull'orientamento sessuale e l'identità di genere (Esperto indipendente delle Nazioni Unite su SOGI) che ha pubblicato un invito a presentare proposte su un rapporto tematico a cui sta lavorando su genere, orientamento sessuale e identità di genere, di cui potete avere contezza qui.

Poiché, come si può immaginare, è infarcito di ideologia ed è un programma illiberale che viola i diritti fondamentali delle donne e dei minori, e anche delle persone sessualmente confuse, cioè proprio delle categorie che dice di voler proteggere, Pro Vita & Famiglia ha inviato la proposta profondamente critica che chi ha interesse e pazienza può leggere in calce a questo post.

È però importante che tutte le ASSOCIAZIONI di buona volontà, piccole e grandi, scrivano a loro volta all'OHCHR. Va bene anche un testo breve che riprende solo in parte quello che abbiamo inviato noi. Dovrebbe essere in inglese, in word e in pdf. Chi ha difficoltà con la lingua scriva a [email protected] e possiamo inviare dei fac-simili.    

Il termine per la presentazione delle proposte, che vanno inviate a  [email protected] e a  [email protected] è il 14 marzo 2021.
 

È anche importante, PER TUTTI I SINGOLI INDIVIDUI,  firmare  e far firmare la petizione internazionale  “A Call to Protect Women & Girls From Gender Ideology” che potete trovare qui: 
familywatch.org/sogipetition

 
 
Aderite numerosi: ricordate che «perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all'azione».
 
Toni, Jacopo, Alessandro, Maria Rachele e Francesca Romana
 
 


 A TUTELA DELLE DONNE

 
Il mandato dell'Esperto Indipendente SOGI è quello di promuovere i diritti delle persone ad essere libere dalla violenza o dalla discriminazione ingiusta basata su "orientamento sessuale" o "identità di genere", tuttavia, il suo rapporto mina le fondamenta stesse su cui sono stabiliti i diritti e le protezioni delle donne.
 
Sosteniamo la protezione di tutti i diritti umani fondamentali di tutte le persone indipendentemente dall'orientamento sessuale e dall'identità di genere. La relazione, invece, mira chiaramente, tra le altre cose, a promuovere teorie e ideologie di genere radicali che cercano di cancellare tutte le differenze tra uomini e donne e minare le conquiste duramente acquisite dalle donne nel settore dei diritti umani.
 
Denunciamo ogni "violenza" e ingiusta "discriminazione" a prescindere, ma i termini da voi usati che vanno ben oltre gli accordi presi in seno alle Nazioni Unite.
Essi impongono l'accettazione di nozioni controverse al di fuori del quadro giuridico dei diritti umani concordato a livello internazionale in modi che contraddicono i fondamenti dell'universalità.
 
Il termine "identità di genere" non compare in alcun accordo internazionale vincolante negoziato dall'intero degli Stati membri delle Nazioni Unite. Ogni volta che è stato proposto, è stato respinto  perché troppo controverso.
 
Respingiamo le i termini "violenza" e "discriminazione" in quanto usati per indicare qualsiasi critica (anche civile e democratica) alla teoria del genere radicale o alle politiche che predispongono gli spazi protetti ​​delle donne.
L'Esperto Indipendente SOGI sta tentando di stabilire una ingiusta discriminazione a favore di una classe protetta per forza di legge basata sul  controverso concetto di “identità di genere”.
 
Leviamo inoltre viva preoccupazione che l'Esperto Indipendente SOGI stia attivamente cercando di identificare individui, gruppi e Paesi che non accettano la sua ideologia. Cosa intende fare con questa lista di proscrizione? Sarà usata per incitare rappresaglie contro coloro che non accettano l'ideologia transgender radicale?
 
Ci opponiamo agli sforzi dell'Esperto Indipendente SOGI per ridefinire "l'uguaglianza di genere", specificamente nell'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite #5, per comprendere in essa i diritti speciali basati sull'orientamento sessuale e l'identità di genere che sostituirebbero e andrebbero ad annichilire  i diritti delle donne nell' Agenda 2030.
 
L'idea che un maschio biologico diventi una ragazza o una donna semplicemente adottando comportamenti e abiti femminili stereotipati è scientificamnete infondata e danneggia le ragazze e le donne rafforzando gli stessi stereotipi che conducono a molestie, discriminazione e violenza contro le donne.
 
Ci chiediamo inoltre come si possano creare politiche basate su caratteristiche  soggettive, mutevoli, auto-definite e che non possono essere misurate o quantificate? Ad esempio, "Adamasgender" è definito come "un genere che rifiuta di essere classificato" e "Affectugender" è definito come "un genere che è influenzato da sbalzi d'umore". Come ci si può aspettare che i governi regolino le politiche sulla base della "esperienza di genere" individuale?
 
Invece di cercare di creare protezioni speciali per le persone in base alle loro percezioni soggettive di se stesse, che possono cambiare nel tempo, dovremmo applicare le leggi e le politiche esistenti che chiedono l'eliminazione della violenza contro chiunque.
 
Ci opponiamo fermamente ai tentativi dell'Esperto Indipendente SOGI di minare i progressi conquistati a fatica da donne e ragazze i cui diritti e spazi privati ​​sono stati violati da uomini che si identificano come donne.
 
La migliore stima sul numero delle persone transgender è che non sono più dello 0,3% della popolazione generale Tuttavia, questa proposta politica di "identità di genere" andrà a discriminare ingiustamente la maggioranza della popolazione, e soprattutto donne e ragazze.
Negli spazi privati ​​e negli sport, i corpi contano. Per la privacy, la sicurezza e l'equità nei confronti delle ragazze, le realtà biologiche maschili e femminili devono essere rispettate.
 
Le donne  sono sempre state sfruttate per la loro capacità riproduttiva.  Ancora oggi molte sono costrette a  ruoli di genere forzati, usati come giustificazione per sfruttare i loro corpi in pratiche come l'infanticidio femminile, le mutilazioni genitali, i matrimoni precoci, la tratta di esseri umani, la prostituzione, la pornografia, le gravidanze forzate, le sterilizzazioni forzate, la maternità surrogata, codici che impongono abbigliamento forzato, stupro punitivo, mancanza di accesso a determinati mezzi di trasporto, mancanza di accesso alla partecipazione alla vita pubblica e politica, ecc. L'ONU non può combattere il sessismo in tutte queste aree se la categoria del sesso viene cancellata e sostituita con "identità di genere .
 
Invece, le domande elencate nella guida alla presentazione dell'Esperto Indipendente SOGI rivelano che l'obiettivo principale del suo rapporto è quello di cambiare la comune comprensione biologica mondiale di maschio e femmina e sostituirla con il concetto radicale di "identità di genere". Questa è l'antitesi del mandato delle Nazioni Unite di fornire diritti e protezioni a donne e ragazze.
 
Né ci sono prove a sostegno delle affermazioni secondo cui c'è un'epidemia di violenza contro i trans,  mentre consentire ai maschi biologici di essere considerati donne espone le ragazze e le donne vere a un rischio maggiore di molestie e violenza.
 
Considerate i seguenti esempi:
 
BIRMINGHAM, INGHILTERRA: uno studente maschio indossava una maschera e una parrucca per entrare nel bagno delle donne per spiare le donne e fare filmati di natura sessuale.
 
WEST YORKSHIRE, INGHILTERRA: un detenuto maschio  con una storia di reati sessuali ha cambiato il suo nome e si è vestito da donna in modo da poter essere trasferito in una prigione femminile dove ha aggredito sessualmente quattro prigioniere.
 
OLYMPIA, WASHINGTON: un uomo di 45 anni, un esibizionista, che si  identifica come una donna, ha utilizzato le strutture per le donne presso la piscina dell'Evergreen State College denudandosi davanti alle minorenni che usavano  la piscina.
 
PORTLAND, OREGON: un pedofilo che ha abusato di  minori ha affermato di essere una donna per accedere alle aree in cui alcune ragazzine stavano cambiando.
 
CONTEA DI SAN BERNARDINO, CALIFORNIA: un uomo di 46 anni  si è travestito da donna per accedere a un dormitorio femminile e ad altre strutture per sole donne per scattare foto con un telefono cellulare.
 
TORONTO, CANADA: Un uomo ha affermato di essere transgender per stare in un rifugio per donne dove ne  ha poi aggredito diverse.
 
DECATUR, GEORGIA: I genitori di una bambina di 5 anni hanno presentato una denuncia  sostenendo che un ragazzo  ha aggredito sessualmente la figlia nel bagno della scuola. Questo ragazzo era un maschio biologico che si dichiara "gender fluid" ed era  quindi  stato autorizzato a utilizzare il bagno delle ragazze.
 
Infine, la confusione di genere, precedentemente chiamata "disturbo dell'identità di genere" e ora chiamata "disforia di genere" può essere un grave problema di salute mentale. Ma esiste una condizione mentale completamente diversa chiamata "autoginefilia". Un maschio che ha autoginefilia sperimenta un'eccitazione sessuale intensa travestendosi da femmina o pensando a se stesso come femmina.
In che modo i governi potranno determinare in base a una politica di non discriminazione sull'identità di genere se l'uomo che si identifica come donna ha una vera "disforia di genere" o se ha "autoginefilia", soprattutto per quanto riguarda le politiche del bagno?
 
 

A TUTELA DEI MINORI e di tutte le persone sessualmente confuse

 
Le politiche di protezione dell'identità di genere operano sotto il falso presupposto che le persone con confusione di genere debbano essere incoraggiate a identificarsi come qualcosa di diverso dal loro sesso biologico.
 
Il sito web SexChangeRegret.com offre molteplici testimonianze di persone che si sono fortemente pentite dei loro interventi chirurgici di "riassegnazione del sesso" e che stanno disperatamente cercando di ritornare al loro sesso biologico.  Alcuni, avendo rimosso i genitali o il seno e sono diventati completamente sterili nel tentativo di diventare del sesso opposto. Questo è il motivo per cui il dottor Paul McHugh, professore universitario di psichiatria presso la Johns Hopkins Medical School, che una volta sosteneva e supervisionava molti interventi di "cambiamento del sesso", dopo aver visto i risultati  del suo lavoro ha avvertito: «... I politici e i media non stanno facendo alcun favore alle persone transgender trattando la loro confusione come un diritto da difendere piuttosto che come un disturbo mentale che merita comprensione, cura e prevenzione».
 
L'American College of Pediatricians (ACPeds) definisce "disforia di genere" un "disturbo mentale in cui un individuo sperimenta angoscia per un desiderio o convinzione profondamente sentita di essere del sesso opposto". Quando la disforia è abbastanza grave da indurre un minore a insistere per amputare i propri organi sessuali, senza dubbio, questo dovrebbe essere considerato un disturbo mentale.
Ciò di cui questi minori hanno veramente bisogno è aiuto per superare il loro disturbo, non politiche per proteggere la loro confusa "identità di genere" o "identità" o che li spingano sempre più verso un'identità di sesso opposto, mettendoli a rischio di aggravare e sviluppare una vasta gamma di disturbi mentali, problemi sociali e fisici per tutta la vita.
 
Incoraggiare la somministrazione di ormoni o la chirurgia plastica dei minori vulnerabili è  dimostrato che aumentare il loro disagio mentale e causare danni fisici per tutta la vita (inclusa l'infertilità).
 
La maggior parte dei minori suoera la confusione di genere man mano che cresce. Secondo il dottor Paul McHugh, «Quando i minori che hanno segnalato sentimenti transgender sono stati monitorati senza cure mediche o chirurgiche, sia alla Vanderbilt University che alla Portman Clinic di Londra, il 70% -80% di loro hanno superato spontaneamente quei sentimenti». Invece, quando i minori vengono "affermati" nella loro confusione di genere da genitori, scuole, comunità e altri, la possibilità che normalmente superino questa confusione di genere è notevolmente ridotta. La nostra posizione è che le politiche che affermano l '“identità di genere”, sebbene ben intenzionate, sono fuorvianti, perché danneggiano proprio i minori che hanno bisogno del nostro aiuto.
 
La chirurgia per il "cambio di sesso" aumenta i rischi per la salute, compresi i tassi di suicidio. Uno studio svedese a lungo termine pubblicato nel 2011 ha concluso: «Le persone  transessuali, dopo la riassegnazione del sesso, hanno rischi considerevolmente più elevati di mortalità, comportamento suicidario e morbilità psichiatrica rispetto alla popolazione generale». Lo studio ha rilevato che i tassi di suicidio 10 anni dopo l'intervento chirurgico erano quasi 20 volte superiori a quelli della popolazione generale.
 
Dopo una revisione nel Regno Unito di oltre 100 studi medici internazionali su persone transgender, Christopher Hyde, direttore dell'Aggressive Research Intelligence Facility dell'Università di Birmingham, ha avvertito: «C'è ancora un gran numero di persone che si sottopongono all'intervento ma rimangono traumatizzati, spesso al punto di suicidarsi».
 
La chirurgia per la riassegnazione del sesso non risolve i problemi di salute mentale sottostanti. Sotto la guida del Dr. McHugh, la Johns Hopkins University, il primo centro medico americano specializzato, ha lanciato uno studio negli anni '70 dopo diché  ha smesso di fare tali interventi poiché «produrre un paziente "soddisfatto" ma ancora turbato è sembrata una ragione insufficiente per amputare chirurgicamente organi normali».
 
Il dottor Charles Ihlenfeld, un endocrinologo che ha lavorato presso la clinica di genere Harry Benjamin negli anni '70, ha avvertito che i transessuali sono gli unici pazienti che si diagnosticano e prescrivono il proprio trattamento. Ha messo in guardia contro la somministrazione di ormoni per il cambiamento di genere. «C'è troppa infelicità tra le persone che hanno subito la transizione», ha detto. «Troppi di loro finiscono come suicidi. Anche se gli effetti fisici degli ormoni sono in gran parte reversibili», ha sottolineato, «i loro effetti psicologici spesso non lo sono. Il fatto stesso che un medico autorizzi il paziente alla terapia ormonale può agire come una profezia che si autoavvera per quel paziente. Può significare per lui che la sua fantasia ha ricevuto conferma dalla professione medica e che ora non si può tornare indietro».
 
Walt Heyer, un maschio che ha  vissuto per otto anni come Laura Jensen, e ora è tornato Walt, avverte che i corpi dei transgender vengono sfigurati in modo permanente, rendendo molto difficile vivere normalmente. Vorrebbe che i chirurghi gli avessero detto che i gravi problemi psicologici degli altri loro pazienti non erano stati risolti dopo l'intervento chirurgico e che un numero elevato di questi pazienti si suicida.
 
L'alterazione dei genitali dei minori dovrebbe essere considerata un abuso sui minori, secondo  il dottor McHugh.
 

EDUCAZIONE SESSUALE GLOBALE (CSE)

 
Ci opponiamo fermamente al tentativo da parte dell'Esperto Indipendente SOGI di spingere "l'educazione sessuale globale" perché dannosa e serve solo come strumento  per indottrinare i bambini, per provocare la loro sessualizzazione precoce
 
I concetti di "educazione sessuale globale" e "orientamento sessuale e identità di genere" sono stati specificamente respinti ed esclusi dall'Agenda 2030 da molti Stati membri delle Nazioni Unite, un fatto che l'Esperto Indipendente ignora palesemente e irrispettosamente.
 
I programmi CSE in genere contengono molti, e spesso tutti, i 15 elementi  elencati di seguito che sono molto dannosi per i bambini (vedere ulteriori informazioni su StopCSE.org):
 
1. Sessualizzazione precoce  dei bambini
2. Insegna ai bambini ad accettare avance sessuali
3. Normalizza il sesso anale e orale
4. Promuove il comportamento omosessuale / bisessuale
5. Promuove il piacere sessuale fine a se stesso
6. Promuove la masturbazione solitaria e / o reciproca
7. Promuove l'uso del preservativo in modi inappropriati
8. Promuove i rapporti sessuali precoci
9. Non dà alcun valore all'astinenza e alla castità
10. Promuove l'ideologia transgender
11. Promuove la contraccezione e l'aborto
12. Promuove l'educazione sessuale tra pari 
13. Mina i valori e le credenze tradizionali
14. Mina l'autorevolezza dei genitori e i lro diritti e doveri eductivi
 
Pertanto consigliamo vivamente l'esperto SOGI ad astenersi dal promuovere CSE.
 
Uno studio pubblicato nel 2019 sul CSE nelle scuole ha concluso che "In tutto il mondo, l'87% dei programmi CSE non ha prodotto effetti positivi né ha ottenuto lo scopo previsto di porteggere la popolazione raggiunta, sia negli Usa che fuori dagli Usa.
 
Del resto,  l'"educazione sessuale completa" non è mai stata accettata in alcun trattato vincolante  delle Nazioni Unite. Gli Stati membri che hanno espresso forti obiezioni alla CSE dovrebbero essere rispettati dal titolare del mandato SOGI.
 
L'American College of Pediatricians ha affermato che “un'educazione sessuale completa è un pericolo per la salute e l'innocenza dei bambini ". Come può l'esperto SOGI sostenere e adottare un tipo di educazione così controverso? (Ampie prove a sostegno di questa affermazione possono essere trovate su ACPeds.org e su stopcse.org.)
 
Secondo la Guida internazionale dell'UNESCO sull'educazione sessuale del 2018, «La CSE promuove il diritto di scegliere quando e con chi una persona avrà una qualsiasi forma di relazione intima o sessuale ...» (Guida CSE inter-agenzie delle Nazioni Unite, p. 18). In altre parole, la CSE spinge i bambini a fare sesso anche se gli studi dimostrano che i giovani che praticano sesso precocemente hanno maggiori probabilità di sperimentare molti esiti negativi, tra cui:
 
  • Meno probabilità di usare la contraccezione
  • Più probabilità di contrarre malattie sessualmente trasmissibili
  • Incapacità di relazioni monogamiche e stabili
  • Più probabilità di  gravidanze  precoci indesiderate
  • Livello di istruzione inferiore (e non necessariamente legato alla gravidanza precoce)
  • Aumento delle possibilità di subire abuso sessuale
  • Diminuzione della salute fisica e psicologica generale, inclusa la depressione
  • Diminuzione della qualità delle relazioni, instabilità e maggiore probabilità di divorziare
  • Impegno più frequente in altri comportamenti a rischio, come fumare, bere e drogarsi
  • Più probabilità di partecipare a comportamenti antisociali o delinquenziali
  • Meno probabilità di esercitare autocontrollo
  • Meno attaccamento ai genitori, alla scuola e alla fede
  • Meno benessere economico e maggiori probabilità di vivere in povertà

I primi comportamenti sessuali stabiliscono un modello per quelli successivi, pertanto ci opponiamo fermamente ai tentativi dell'esperto SOGI di rafforzare gli sforzi per implementare CSE.

I DIRITTI DEI GENITORI

L'articolo 26.3 della Dichiarazione universale dei diritti umani afferma che i genitori hanno un "diritto prioritario" di guidare l'educazione dei propri figli. Sicuramente una questione così delicata come l'educazione sessuale dovrebbe essere insegnata nel rispetto dei diritti, dei doveri e delle responsabilità dei genitori come sancito in molteplici trattati delle Nazioni Unite e nei principali documenti delle Nazioni Unite.
 
I bambini che vengono sessualizzati attraverso CSE, tra gli altri danni, hanno meno probabilità di formare e mantenere famiglie stabili da adulti. (Vedi WarOnChildren.org.)
 
Le politiche di non discriminazione sull'identità di genere sono una delle maggiori minacce ai diritti dei genitori e stanno mettendo a rischio la salute dei bambini e delle famiglie ovunque.
 
Per esempio:
 
CANADA: la provincia più popolosa del Canada, l'Ontario, ha approvato una legge che consente al governo di allontanare i bambini dai genitori se questi si rifiutano di "affermare" i propri figli nel sesso che vogliono.
 
REGNO UNITO: Christian Concern nel Regno Unito sta difendendo dei genitori che stanno sfidando le azioni intraprese dalle scuole e dagli assistenti sociali per consentire ai loro figli di "passare" da donne a uomini, o viceversa.
 
CILE: è stata approvata una legge che consente ai bambini di età inferiore ai 14 anni di identificarsi come sesso opposto se solo uno dei genitori acconsente: l'altro non ha diritti?
 
STATI UNITI: In Minnesota un ragazzo di 16 anni che non viveva a casa ha deciso di essere una ragazza. La sua scuola e i medici hanno iniziato il trattamento per cambiare il suo aspetto da maschio a femmina senza che la madre ne fosse a conoscenza. Il governo della contea ha persino fornito sostegno finanziario al ragazzo senza informare sua madre. L'avvocato della madre definisce questo "il peggior incubo di un genitore".
 
 
STATI UNITI: una ragazza di 17 anni in Ohio è stata portata via dai suoi genitori e affidata ai nonni perché i suoi genitori non le permettevano di assumere ormoni transgender. (Gli ormoni transgender possono rendere la ragazza sterile per tutta la vita).
 
 
STATI UNITI: La madre di un bambino texano di 7 anni ha deciso di "trasformarlo" in una ragazza contro il volere del padre e lo ha mandato a scuola vestito da bambina e lo ha chiamato con un nome femminile. È diventata una battaglia legale. Alla madre è stato riconosciuto il diritto di "cambiare" il sesso del bambino, anche se il bambino non aveva mai espresso alcun interesse a diventare femmina.
 

CONCLUSIONI

 
Le implicazioni e le conseguenze dell'adozione di politiche sulla "identità di genere", per ironia della sorte, sono gravide di conseguenze negative per le stesse persone che in teoria vorrebbero aiutare.
 
Al fine di sostenere i diritti e la tutela delle  donne, rifiutiamo i falsi presupposti in materia di genere esposti dall'Esperto Indipendente SOGI nel suo "rapporto tematico".
 
L'Esperto Indipendente di SOGI sta anche tentando di identificare i leader politici e religiosi che si esprimono pubblicamente contro "l'ideologia di genere". Siamo preoccupati che un tale elenco possa essere utilizzato per incitare alla rappresaglia contro le persone che esercitano la libertà di espressione, di parola e di libertà religiosa.
 
Denunciamo con la massima fermezza i tentativi dell'Esperto Indipendente SOGI di ridefinire "genere", "uguaglianza di genere" e altri termini basati sul genere, in particolare nell'Agenda 2030 delle Nazioni Unite per comprendere concetti radicali e dannosi e ideologie di genere che vanno oltre i concetti di maschio e femmina in base al sesso biologico.
 
Denunciamo l'Esperto Indipendente SOGI che promuove l'"Educazione sessuale globale" progettata per indottrinare i bambini e sessualizzarli precocemente.

Chiediamo a tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite di respingere i rapporti dell'Esperto indipendente  SOGI e di impedirgli di denigrare e abolire i molti diritti basati sul sesso duramente conquistati dalle donne, di distruggere la famiglia naturale e di danneggiare i bambini. 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info