09/11/2012

Note minime sul “diritto a non nascere”: una sentenza “manifesto”?

Con una decisione indiscutibilmente innovativa (che consta di ben 76 pagine), la Cassazione, rompendo con il passato, afferma il diritto del nascituro a «non nascere», seppure con le dovute distinzioni e precisazioni. E non è, ovviamente, un caso che simili decisioni derivino da indagini diagnostiche e ‘preparto’, dunque, in materia di responsabilità del ginecologo. Nell’ambito della fattispecie concreta, la bimba nasceva affetta da sindrome di Down.

Leggi il rapporto completo elaborato dal Prof. Antonio Palma

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info